Red Bull convinta: Honda può raggiungere Renault entro la fine del 2018

La Red Bull ritiene che il motore Honda di Formula 1 abbia il potenziale per raggiungere il livello di quello Renault entro la fine di quest'anno, aumentando le speculazioni su un possibile passaggio alle power unit giapponesi nel 2019.

La squadra "sorella", la Toro Rosso, ha avuto un avvio incoraggiante per quanto riguarda il rapporto con la Honda, avendo vissuto un pre-campionato senza particolari problemi a Barcellona.

Anche se la Honda probabilmente è ancora indietro a livello di potenza, alcune fonti hanno suggerito che nel corso della stagione il gap dalla Renault potrebbe ridursi ad appena una quindicina di cavalli.

Con un ulteriore sviluppo nel corso del 2018, questo ritardo potrebbe ridursi ulteriormente, con il consigliere di Red Bull Motorsport Helmut Marko che secondo lui ci sarà una differenza minima tra i due propulsori entro la fine dell'anno.

"Il pacchetto Honda è tecnicamente interessante" ha detto Marko a Motorsport.com. "Il motore è molto leggero e ora è anche affidabile. Inoltre parlano di miglioramenti continui nelle prestazioni".

"Il motore dovrebbe essere allo stesso livello del Renault entro la fine di quest'anno".

L'attuale contratto della Red Bull con la Renault scadrà alla fine di questa stagione e questo significa che il team di Milton Keynes dovrà scegliere il motore con cui correrà nel 2019.

Il team principal Christian Horner ha dichiarato che la decisione finale non si baserà sull'onda emotiva, ma sulle pure prestazioni.

"La situazione con Renault varia quasi ogni mese" ha detto Horner. "Ma ci siamo abituati, li conosciamo da molto tempo".

"Abbiamo rispetto per quello che fanno e la cosa più importante per noi è avere il pacchetto più competitivo possibile in futuro".

"Vogliamo essere in grado di continuare a colmare il divario con le squadre di testa e metterci davanti a tutti".

"Ovviamente siamo per la prima volta in questa posizione negli ultimi dieci anni, perché dobbiamo fare una scelta per cercare di andare avanti".

"E questa è una situazione che non avevamo da parecchio tempo, perché c'era sempre stato un veto o un blocco nei nostri confronti da parte dei fornitori".

Quando gli è stato chiesto cosa deve fare la Honda per convincere la Red Bull di essere la soluzione giusta per il prossimo anno, Horner ha detto: "Penso che abbiano fatto degli ottimi passi nel corso dell'inverno".

"Abbiamo un posto in prima fila per vedere come si svilupperà il loro prodotto con la Toro Rosso, ma tutto si ridurrà alle prestazioni. Vogliamo il motore più performante possibile sulla nostra macchina".

Marko ha detto di essere rimasto impressionato da ciò che la Honda ha fatto nel corso dell'inverno per rimettere le cose in carreggiata, ma anche dai programmi dei giapponesi per l'intera stagione.

"Siamo a conoscenza di tutte le fasi dello sviluppo" ha detto. "Penso che la collaborazione tra Toro Rosso ed Honda sia molto buona, perché non abbiamo detto ai giapponesi come dovrebbe essere il motore".

"Subito dopo la firma del contratto, c'è stato uno scambio di tecnici tra Faenza, Sakura e Milton Keynes, dove anche la Honda ha una piccola factory".

"E qui sono state discusse le specifiche della vettura e dell'installazione del motore. Credo che questo ottimo approccio di partnership abbia contribuito molto al risultato che abbiamo ora".

Informazioni aggiuntive di Christian Nimmervoll

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Ultime notizie