Red Bull cambia l'ingegnere di Albon: torna Simon Rennie

La Red Bull ha modificato il suo staff tecnico, con l'esperto Simon Rennie che tornerà in pista dal Gran Premio di Gran Bretagna come ingegnere di Alex Albon.

Red Bull cambia l'ingegnere di Albon: torna Simon Rennie

Rennie è noto soprattutto per aver lavorato con Mark Webber nel 2013 e con Daniel Ricciardo dal 2014 al 2018. In seguito ha scelto di assumere un ruolo in fabbrica, e il suo desiderio di fare un passo indietro ha contribuito alla decisione dell'australiano di lasciare la squadra a fine stagione, accasandosi alla Renault.

Con Albon che ha avuto delle difficoltà ad interpretare la difficile RB16 in questo avvio di stagione, la Red Bull ha scelto di riportare Rennie in pista per aiutare il thailandese.

Il precedente ingegnere di Albon, Mike Lugg, rimarrà con la Red Bull, ma d'ora in poi assumerà un ruolo in fabbrica.

La Red Bull ha cercato di capire come mai la RB16 non ha offerto le prestazioni sperate e dopo le prime tre gare della stagione è emersa un'anomalia dal punto di vista aerodinamico.

Leggi anche:

Albon è fiducioso del fatto che il team sia in grado di ottenere il massimo ed è ottimista sulle prospettive per il GP di Gran Bretagna di questo fine settimana.

"Ovviamente, come squadra, non è stato un inizio di stagione ideale, ma a parte il ritiro, siamo stati in grado di fare buoni punti" ha detto Albon, riferendosi al ritiro nelle parti conclusive del Gran Premio d'Austria, seguito al contatto con Lewis Hamilton nella lotta per il secondo posto.

"Penso che, detto questo, la macchina non possa che migliorare, quindi mi sento ottimista. Conosciamo le aree su cui dobbiamo lavorare e Silverstone è la nostra gara di casa, quindi questa è una buona notizia".

"Credo che si possa sperare di fare un buon risultato, storicamente è stata una buona pista per la pista e mi piace molto guidare lì".

condividi
commenti
Pirelli, Isola: "A Silverstone possibili strategie come nel 2019"
Articolo precedente

Pirelli, Isola: "A Silverstone possibili strategie come nel 2019"

Articolo successivo

F1, ufficiale: Monza a porte chiuse, niente "marea Rossa"

F1, ufficiale: Monza a porte chiuse, niente "marea Rossa"
Carica i commenti