Raikkonen: "Potevamo ottenere un risultato migliore, purtroppo è andata così"

condividi
commenti
Raikkonen:
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
22 lug 2018, 16:04

Il finlandese ha chiuso il Gran Premio sul terzo gradino del podio e nel finale ha perso il secondo posto a causa di un doppiaggio complicato di una Haas. Kimi è rimasto sorpreso dalle difficoltà incontrate nei sorpassi.

Podio: il secondo classificato Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1, il Dr. Dieter Zetsche, CEO Daimler AG, il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, il terzo classificato Kimi Raikkonen, Ferrari
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, festeggia la vittoria nel parco chiuso
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H, pit stop
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H, pit stop
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H, effettua un pit stop
Kimi Raikkonen, Ferrari
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB14

In una gara che è costata alla Ferrari la leadership sia in classifica piloti, a causa del ritiro di Sebastian Vettel, che in quella riservata costruttori, è stato Kimi Raikkonen il solo a tenere alto l'umore del team di Maranello con un terzo posto che vale oro viste le conseguenze dell'errore del suo compagno di scuderia.

Raikkonen ha fatto il possibile con una SF71H che nelle sue mani non è mai sembrata efficace quanto in quelle di Sebastian Vettel, ma a differenza del tedesco non ha commesso sbavature quando nel finale la pioggia è arrivata a rimescolare le carte.

Il team di Maranello ha adottato una strategia orientata sulle due soste per il finlandese per cercare di contenere la rimonta furiosa di Lewis Hamilton. La prima sosta, per montare gomme Soft, è stata effettuata al giro numero 14, ed ha consentito a Kimi di tornare in pista proprio davanti al campione del mondo.

Una volta giunto in sala stampa è stato lo stesso Raikkonen a spiegare questa strategia diversificata affermando di aver condiviso la scelta della doppia sosta.

Leggi anche:

"Ci sono delle opzioni diverse e si sceglie sul momento quella che si ritiene maggiormente corretta durante la gara. Io ero incline nel fare due soste".

Raikkonen è stato anche "sacrificato" quando gli è stato chiesto dal muretto di lasciar passare un Sebastian Vettel che stava surriscaldando le proprie Pirelli, ed una volta che è sceso in seconda posizione non è mai riuscito a tenere il ritmo del compagno di squadra per poi farsi beffare anche da Valtteri Bottas nel caotico finale di gara.

Dopo il ritiro del tedesco e l'ingresso della safety car, Kimi non è stato in grado di tenere il passo delle due Mercedes. Il finlandese ha affermato di aver avuto difficoltà nell'avvicinarsi a Bottas nonostante una ottima velocità complessiva.

"Avevamo una buona velocità ma riuscire a superare era difficile. Non siamo mai riusciti ad avvicinarci abbastanza per provarci. Sono rimasto sorpreso da quanto sia stato difficile arrivare in zona DRS".

Raikkonen, infine, ha velatamente accusato la Haas che nelle fasi di bagnato lo ha ostacolato facendolo andare lungo e consentendo a Bottas di soffiargli la seconda posizione.

"Abbiamo fatto del nostro meglio. Abbiamo perso una posizione quando ha iniziato a piovere perché una Haas non mi ha visto ed ho dovuto evitarla finendo largo. Sicuramente potevamo fare di più ed ottenere di più oggi, ma è andata così".

Prossimo articolo Formula 1
Mondiale Costruttori F1 2018: la doppietta rilancia la Mercedes a +8 sulla Ferrari

Previous article

Mondiale Costruttori F1 2018: la doppietta rilancia la Mercedes a +8 sulla Ferrari

Next article

Fotogallery: l'incredibile rimonta vincente di Hamilton nel GP di Germania di F1

Fotogallery: l'incredibile rimonta vincente di Hamilton nel GP di Germania di F1
Load comments