Raikkonen: "Il quarto tempo è stato il massimo con le gomme slick in queste condizioni"

condividi
commenti
Raikkonen:
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
06 ott 2018, 08:39

Kimi Raikkonen è riuscito a limitare i danni in Casa Ferrari centrando il quarto tempo con gomme slick su asfalto bagnato. Il finlandese ha compiuto un mezzo miracolo in condizioni difficili, ma ha sottolineato l'errore tattico compiuto ad inizio turno.

Fan di Kimi Raikkonen, Ferrari
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H

In un sabato disastroso, che ha visto Sebastian Vettel ottenere il nono riferimento complice l’errata scelta di scendere in pista ad inizio Q3 con le gomme intermedie quando l’asfalto di Suzuka era ancora asciutto, Kimi Raikkonen è riuscito a risollevare il morale del team di Maranello artigliando con i denti il quarto crono.

Anche il finlandese è stato mandato in pista ad inizio Q3 con le Pirelli verdi, ed anche Kimi, così come Vettel, ha subito comunicato al team l’errore commesso decidendo di rientrare immediatamente ai box per montare pneumatici slick.

Al rientro sul tracciato, Raikkonen si è trovato ad affrontare con gomme slick un asfalto reso insidioso dall’arrivo della pioggia, ma nonostante le grandi difficoltà di aderenza è riuscito a centrare il quarto crono in 1'29’’521.

Leggi anche:

Una volta sceso dalla propria monoposto, Raikkonen non è sembrato particolarmente amareggiato per l’errore strategico commesso dal muretto Ferrari, ed ha spiegato come sia riuscito a cogliere il quarto tempo nonostante l’adozione di pneumatici da asciutto su asfalto viscido.

“Ho provato ad evitare i cordoli ed i tratti maggiormente bagnati del tracciato quando sono sceso in pista con le gomme slick. Ovviamente con questa gomma, e con queste condizioni, non avevamo la possibilità di piazzarci più avanti”.

Anche Raikkonen ha evidenziato come la decisione di iniziare il Q3 con le intermedie non sia stata corretta ma, così come Vettel, il finlandese ha voluto sottolineare come il rischio preso dal team si sarebbe rivelato vincente se solo la pioggia fosse arrivata a bagnare il tracciato con qualche minuto d’anticipo.

“Sicuramente il tempismo di questa scelta non è stato l’ideale. Se avesse piovuto staremmo parlando di un’altra storia”.

Leggi anche:

Per la Ferrari il sabato di Suzuka si è rivelato doppiamente beffardo. L’errore strategico commesso nel Q3 influenzerà anche la gara dato che sia Vettel che Raikkonen dovranno partire con la Pirelli Supersoft, mentre le Mercedes prenderanno il via del Gran Premio con le Soft e potranno effettuare un primo stint più lungo.

Quando è stato chiesto a Raikkonen se questo fattore si rivelerà determinante in gara, il finlandese è stato come sempre categorico.

“Onestamente non lo so, dovremo vedere domani che meteo ci sarà in gara”.

 
Prossimo articolo Formula 1
Vettel difende la Ferrari: "La scelta delle intermedie? Una decisione condivisa"

Articolo precedente

Vettel difende la Ferrari: "La scelta delle intermedie? Una decisione condivisa"

Articolo successivo

Arrivabene: "Quanto accaduto è inaccettabile. Era facile prevedere cosa succedeva!"

Arrivabene: "Quanto accaduto è inaccettabile. Era facile prevedere cosa succedeva!"
Carica i commenti