Raikkonen: "Che fatica superare, inutile parlare di gomme dopo la gara"

condividi
commenti
Raikkonen:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
11 nov 2018, 20:45

Altro podio per Kimi in una stagione dove ne ha centrati 12, ma in Brasile le Ferrari non sono apparse all'altezza della situazione e il finlandese ha dovuto soffrire parecchio per agguantare il terzo posto.

Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H, locks up
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H, sfida Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W09.
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H, pit stop
Kimi Raikkonen, Ferrari, nella drivers parade
Kimi Raikkonen, Ferrari
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H

Alla fine la strategia Ferrari di partire con le gomme soft non ha pagato, ma sul podio del Gran Premio del Brasile una Rossa è comunque riuscita ad andarci.

Kimi Räikkönen ha terminato terzo ad Interlagos in una gara che fin dal via lo ha visto andare più forte del compagno di squadra Sebastian Vettel, alle prese con un problema tecnico che ha rallentato la sua SF71H.

Dal canto suo "Iceman" non ha commesso errori, anche se probabilmente avrebbe potuto sbarazzarsi più in fretta di Valtteri Bottas perdendo meno terreno nei confronti dei primi due, ma la Mercedes era decisamente meglio della macchina del finlandese di Maranello in fase di accelerazione ed è finita dietro solo dopo la sosta ai box.

In Ferrari hanno optato per montare le gomme medie e Kimi è stato bravissimo a gestirle fino al traguardo riuscendo anche a difendersi bene dal recupero di un Daniel Ricciardo davvero indemoniato con la Red Bull dotata di supersoft.

"E' stata una gara difficile e divertente con qualche buona lotta, ovviamente dal punto di vista del risultato non è stata una grande giornata, ma comunque il podio va bene. La macchina andava, penso di aver fatto una buona partenza, ma non ho trovato lo spazio e una Red Bull mi ha superato all'esterno. Subito dopo l'ho ripassata, poi è tornata davanti, ma in realtà il problema più grosso è stato in non riuscire a scavalcare la Mercedes".  

Leggi anche:

Il terzo posto finale soddisfa comunque l'ultimo Campione del Mondo della Ferrari, che cerca di vedere il lato positivo di una giornata che sancisce la vittoria del titolo Costruttori per la Mercedes.

"Credo sia stato il risultato migliore che potessimo ottenere, non abbiamo commesso errori stupidi e siamo arrivati a 4" dal vincitore, quindi direi che non è male".

Come detto, gli uomini del Cavallino Rampante avevano azzardato (e azzeccato, almeno in qualifica) la strategia di partire cone le gomme di mescola morbida, ma questo non si è tramutato nel vantaggio sperato in gara.

"Le gomme alla fine non erano male, ma il problema qui era superare, specialmente alla curva 1. A questo punto non si può mai sapere come sarebbe andata con un altro tipo di pneumatico, quindi è inutile stare a discuterne".

Räikkönen sale ancora sul podio nel 2018 raggiungendo per la 12a volta la Top3 e un nuovo record.

"Sì, però non credo sia stata una delle mie migliori stagioni, ho vinto solo una volta. Potevo conquistare qualche altro successo, ma non è stato possibile, a volte le cose vanno così. Pensiamo alla prossima gara e vedremo come andrà a finire".

Articolo successivo
Hamilton: "Fortunato? Assolutamente no! Se gli altri sbagliano è un problema loro!"

Articolo precedente

Hamilton: "Fortunato? Assolutamente no! Se gli altri sbagliano è un problema loro!"

Articolo successivo

Mondiale Piloti F1 2018: Raikkonen consolida il terzo posto su Bottas

Mondiale Piloti F1 2018: Raikkonen consolida il terzo posto su Bottas
Carica i commenti