F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Racing Point: ecco la sospensione con il doppio bracket!

condividi
commenti
Racing Point: ecco la sospensione con il doppio bracket!
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
1 ago 2019, 10:02

Sulla RP19 evoluzione che ha debuttato in Germania con il quarto posto di Lance Stroll è stata montata in Ungheria la nuova sospensione anteriore che aggiunge un pivot sporgente dal porta mozzo per spostare il fulcro del puntone.

Il muso nuovo si vedrà solo a Spa Francorchamps, ma gli sviluppi sulla Racing Point non si fermano: come era stato annunciato a Hockenheim la squadra di Silverstone ha portato in Ungheria l’evoluzione sull’anteriore della RP19 Spec B che bene ha fatto il suo debutto in Germania con Lance Stroll, visto che il canadese ha conquistato un perentorio quarto posto sul bagnato.

Racing Point RP19, dettaglio della nuova sospensione anteriore con il doppio bracket

Racing Point RP19, dettaglio della nuova sospensione anteriore con il doppio bracket

Photo by: Giorgio Piola

All’Hungaroring ha fatto la sua comparsa la nuova sospensione anteriore con due pivot che segue la moda del momento: è stato aggiunto un bracket che sporge dal porta mozzo per modificare il punto di fulcro del puntone, mentre il triangolo superiore era già rialzato e disassato.

In questo modo i tecnici di Andy Green riescono ad abbassare l’avantreno della monoposto quando le ruote sono sterzate, trovando anche una maggiore impronta a terra della gomma anteriore, sperando di aprire la finestra di funzionamento degli pneumatici.

La Racing Point è arrivata a metà stagione per mostrare il vero potenziale della squadra, dopo un avvio di campionato piuttosto deludente.

Racing Point RP19, dettaglio della pancia stile Red Bull che ha debuttato a Hockenheim

Racing Point RP19, dettaglio della pancia stile Red Bull che ha debuttato a Hockenheim

Photo by: Giorgio Piola

La RP19 adesso adotta delle pance che riprendono i concetti della Red Bull, più strette in alto e piuttosto svasate in basso: per sfruttare questa soluzione è stato necessario rivedere anche la disposizione degli elementi che compongono l’impianto di raffreddamento.

In Germania c’erano anche nuovi bargeboard e deviatori di flussi.

Racing Point RP19, dettaglio dei nuovi deviatori di flusso

Racing Point RP19, dettaglio dei nuovi deviatori di flusso

Photo by: Giorgio Piola

 

Articolo successivo
F1 2019: Pirelli svela le mescole che porterà al GP del Brasile

Articolo precedente

F1 2019: Pirelli svela le mescole che porterà al GP del Brasile

Articolo successivo

Alfa Romeo: presentato l'appello alle penalizzazioni

Alfa Romeo: presentato l'appello alle penalizzazioni
Carica i commenti