Formula 1
G
GP dell'Eifel
09 ott
Prossimo evento tra
11 giorni
G
GP del Portogallo
23 ott
Prossimo evento tra
25 giorni
G
GP di Turchia
13 nov
Prossimo evento tra
46 giorni
04 dic
Prossimo evento tra
67 giorni
G
GP di Abu Dhabi
11 dic
FP1 in
74 giorni

Racing Point attende un chiarimento sulla quarantena di Perez

condividi
commenti
Racing Point attende un chiarimento sulla quarantena di Perez
Di:
, Grand prix editor

La Racing Point è in attesa di capire i protocolli del governo britannico sul COVID-19 per capire se Sergio Perez potrà disputare la seconda gara di Silverstone la settimana prossima.

Perez è risultato positivo al test del COVID-19 nella giornata di ieri e quindi è stato messo in quarantena ed obbligato a rinunciare al Gran Premio di Gran Bretagna di questo fine settimana.

Perez è stato sostituito dall'ex compagno di squadra Nico Hulkenberg, con il tedesco che è tornato a guidare la Racing Point nelle prove libere di Silverstone.

Ma la squadra di Silverstone ha confermato Hulkenberg solo per questo fine settimana, dicendo che prima di decidere per la settimana prossima ha bisogno di un chiarimento su quanto dovrà rimanere in quarantena il messicano.

Il governo del Regno Unito ha aggiornato proprio giovedì le linee guida per i positivi al COVID-19, estendendo il periodo di quarantena da sette a dieci giorni.

Il team principal Otmar Szafnauer ha detto, visto che il primo test di Perez è stato mercoledì, quello inconcludente, questo non gli impedirà di partecipare alla seconda gara di Silverstone, confidando che nel frattempo abbia debellato il virus.

Nel caso in cui Perez non dovesse essere in grado di partecipare al Gran Premio 70° Anniversario del prossimo fine settimana, allora Hulkenberg sarebbe confermato per una seconda gara.

Leggi anche:

"Se è certo che Perez starà fuori per due gare, allora Nico guiderà in entrambe" ha spiegato Szafnauer.

"Ma il motivo è che c'è un po' di incertezza, e non siamo ancora sicuri se la quarantena sarà di sette o di dieci giorni".

"Mercoledì è risultato positivo. Credo, ma non sono sicuro al 100%, che mercoledì la restrizione imposta in Gran Bretagna fosse di sette giorni di quarantena e non di dieci".

"Non siamo ancora sicuri. Se sarà di 10 giorni, allora Nico disputerà entrambe le gare. Se sono sette giorni, c'è una possibilità per Sergio. L'altro ostacolo è che deve avere un test negativo. Se dovesse essere ancora positivo, allora Nico guiderà anche nella seconda gara di Silverstone".

Szafnauer poi ha spiegato come mai la scelta del sostituto è ricaduta su Hulkenberg e non su Esteban Gutierrez o Stoffel Vandoorne, che sono le riserve designate dalla squadra.

"Abbiamo lavorato in parallelo con Hulkenberg e Gutierrez. C'era anche la possibilità di Stoffel Vandoorne, ma non poteva essere qui questo fine settimana per gli impegni in Formula E, quindi il cerchio si è ristretto tra Esteban e Nico".

"Dopo averne discusso, il nostro team di ingegneri ha pensato che Nico sarebbe stato il più appropriato perché ci conosce già molto bene. Conosce i ragazzi, i nostri sistemi e i nostri processi".

"Conosce il nostro simulatore, quindi per lui sarebbe stato più facile, inoltre ha più esperienza avendo corso tutta la scorsa stagione in F1".

"Avevamo solo bisogno di qualcuno che fosse in grado di andare a punti, quindi abbiamo pensato che Nico sarebbe stato la scelta migliore per noi".

F1, Gran Bretagna, Libere 2: Stroll stupisce, Albon sbatte

Articolo precedente

F1, Gran Bretagna, Libere 2: Stroll stupisce, Albon sbatte

Articolo successivo

Hulkenberg: "Non sono timido, la Racing Point va forte!"

Hulkenberg: "Non sono timido, la Racing Point va forte!"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Gran Bretagna
Piloti Sergio Pérez Mendoza
Team Racing Point
Autore Luke Smith