Errori umani anche alla Red Bull Racing

Errori umani anche alla Red Bull Racing

L'ala nuova di Vettel si era rotta in prova perché non era stata fissata al musetto

La Red Bull Racing è una squadra in grado di lottare per il mondiale? Il team di Milton Keynes dispone della migliore monoposto del Circus, ma finora non ha raccolto i risultati che sperava: Hamilton e Button, la coppia di pilota McLarean, è davanti ai due galli nel pollaio di Christian Horner. La sequenza degli sbagli è lunga: ad un'iniziale mancanza di affidabilità della Rb6 si sono sommati errori dei piloti, scelte stretegiche sbagliate del muretto ed inspiegabili errori umani. A Silverstone Adrian Newey aveva portato due alettoni anteriori nuovi, caratterizzati dall'avere le due camera-car montate fra i due piloni del muso: in sostanza si è... creato una sorta di profilo aggiuntivo poco sopra l'ala principale creando un soffiaggio. L'idea è stata copiata dalla Force India che l'aveva provata in Turchia e non è sfuggita a Newey. La squadra aveva completato solo due ali, una per Vettel e l'altra per Webber. Quando è stata montata sulla vettura di Sebastian i meccanici si sono dimenticati di fissare il muso nella parte superiore. Non appena Vettel ha preso la via della pista, per effetto del carico aerodinamico, l'ala anteriore si è sganciata ed ha iniziato a strisciare sull'asfalto, rovinando i profili nella parte inferiore. Horner poi ha deciso che l'unico alettone disponibile fosse dato a Vettel, scatenando la forte reazione di Webber che non è più disposto a stare zitto e a subire le angherie che sono ispirate da Hulmut Marko. Mark, infatti, ha vinto il Gp di Gran Bretagna senza l'ala che ha scatenato le roventi polemiche e con il telaio che Vettel aveva scartato perché poco competitivo...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio di Gran Bretagna
Circuito Silverstone
Piloti Mark Webber , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag auto giapponesi