Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
FP1 in
84 giorni
02 lug
-
05 lug
FP1 in
104 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
118 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
132 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
160 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
167 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
181 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
217 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
224 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
238 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
251 giorni

Rinvio delle regole 2021: si correrà con le F1 di quest'anno

condividi
commenti
Rinvio delle regole 2021: si correrà con le F1 di quest'anno
Di:
18 mar 2020, 14:11

In un meeting telefonico le squadre hanno ascoltato le proposte del promotore: fra le idee prospettate c'è la possibilità di prorogare al 2020 l'uso delle monoposto che finiranno la stagione, lasciando l'aggiornamento solo all'aerodinamica. Così il regolamento 2021 slitterebbe di un anno con grandi risparmi per le squadre.

La Formula 1 sta facendo i conti con una situazione mai vissuta in 70 anni di storia. All’indomani di Melbourne si cerca di fare il punto su una situazione decisamente complessa e, soprattutto, senza una prospettiva chiara di ciò che prospetta il futuro.

Si navigherà a vista, ma intanto le squadre e Liberty Media stanno provando a disegnare scenari che diventeranno operativi qualora la situazione globale dovesse migliorare.

Ciò che è certo è che i team si troveranno a far fronte ad un’emergenza finanziaria, dovuta alla mancanza di pagamenti programmati (legati agli introiti garantiti dagli eventi annullati) che per causa di forza maggiore non arriveranno.

Le squadre e Liberty stanno valutando delle contromisure per far fronte alla situazione, ed in una conferenza telefonica tenutasi nella giornata di ieri sono state sottoposte all’attenzione diverse idee.

Una delle contromisure proposte prevede di posticipare di dodici mesi l’entrata in vigore del nuovo regolamento tecnico, rimandando al 2022 l’esordio delle monoposto a effetto al momento prevista al via nel 2021.

La proposta va oltre, e prevede di congelare (alla fine del 2020) lo sviluppo delle parti meccaniche delle vetture attuali in modo da limitare i costi da sostenere il prossimo anno al solo sviluppo aerodinamico.

L'idea sarà discussa in una conferenza programmata per oggi (alla presenza dei rappresentanti delle squadre e di Chase Carey), ma dalle prime indicazioni ci sarebbe già parere favorevole da parte di nove team, con la sola Ferrari che ha chiesto tempo prima di esprimersi in merito.

Se il provvedimento dovesse essere approvato, il vantaggio per le squadre sarebbe notevole, perché di fatto non dovrebbero affrontare la costruzione di una nuova monoposto per la prossima stagione, potendo anche rimandare di dodici mesi il lavoro sulla vettura che nascerà sulla base del nuovo regolamento tecnico.

Un altro grande vantaggio sarebbe la possibilità da parte dei team di poter affrontare un calendario 2020 che si preannuncia (e si spera) con una grande concentrazione di gare in autunno.

Senza l’incombenza di dover progettare e realizzare una nuova monoposto, le energie potrebbero essere dirottate sulla gestione degli eventi in pista, garantendosi anche la possibilità nel mese di gennaio di tirare in fiato, in un periodo solitamente molto intenso proprio per il varo della nuova vettura.

Articolo successivo
Vettel esclusivo/3: "Queste Formula 1 sono troppo pesanti"

Articolo precedente

Vettel esclusivo/3: "Queste Formula 1 sono troppo pesanti"

Articolo successivo

Todt: "Situazione non chiara, bisogna rispettare le regole"

Todt: "Situazione non chiara, bisogna rispettare le regole"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Roberto Chinchero