Pirelli: una nuova mescola in Messico per il secondo anno di fila

Lo scorso anno era stata la volta della Supersoft, mentre nel 2017 ci sarà il debutto della Ultrasoft, voluta per cercare di aumentare le prestazioni e rendere la gara più entusiasmante.

Come per l’ultima gara ad Austin, anche per il Gran Premio del Messico Pirelli ha nominato P Zero Yellow soft, P Zero Red supersoft e P Zero Purple ultrasoft. Quest’ultima mescola tornerà ad avere la consueta colorazione, dopo l’inedita versione rosa mostrata negli Stati Uniti. L’Autódromo Hermanos Rodríguez, intitolato ai due fratelli piloti messicani, è uno dei circuiti più veloci dell’anno.

La mescola ultrasoft farà il suo debutto su questa pista, com’è avvenuto su parecchi circuiti in questa
stagione, a conferma della tendenza a uno step di mescola più tenero visto per tutto l’anno. Il Gran Premio del Messico è tornato in calendario solo due anni fa: è probabile che il record del circuito venga migliorato durante il weekend.

LE TRE MESCOLE NOMINATE

- Pirelli Purple Ultrasoft
- Pirelli Red Supersoft
- Pirelli Yellow Soft

IL CIRCUITO DAL PUNTO DI VISTA DEI PNEUMATICI

- L’asfalto è piuttosto liscio e scivoloso. Ciò riduce usura e degrado dei pneumatici nonostante le velocità elevate in rettilineo (372 km/h la massima nel 2016).
- Il meteo è un’incognita in questo periodo a Città del Messico, quindi può succedere di tutto.
- Oltre alle curve veloci vi è il noto settore, più lento e tecnico, dello stadio, poco prima dei box.
- La maggior parte dei piloti ha effettuato un solo pit stop nel 2016, incluso il vincitore Lewis Hamilton.
- La pit lane è la più lunga dell’anno. Ciò aumenta la durata della sosta e influenza decisamente la strategia di gara.

MARIO ISOLA - RESPONSABILE CAR RACING

"Anche in Messico abbiamo portato mescole più morbide di uno step rispetto al 2016, allo scopo di aumentare le prestazioni e avere gare ancora più entusiasmanti. Per il secondo anno consecutivo portiamo su questa pista una nuova mescola: nel 2016 era stata la volta della Red supersoft. I Team non hanno molta familiarità con l’attuale configurazione del circuito, sul quale si sono disputate solo le ultime due edizioni del Gran Premio. Il programma di lavoro delle prove libere sarà quindi particolarmente importante, soprattutto quello con i pneumatici ultrasoft".

QUALI NOVITÀ?

- La ultrasoft debutta per la prima volta a Città del Messico. Molti piloti hanno scelto il numero massimo di 10 set disponibili per questa mescola.
- Dopo l’iniziativa in supporto della fondazione Susan G.Komen negli Stati Uniti, questo fine settimana ci saranno diverse attività benefiche per le popolazioni colpite dal terremoto in Messico.
- Paolo Andreucci ha conquistato il 10° titolo di Campione Italiano Rally a bordo della Peugeot 208 T16 equipaggiata con pneumatici Pirelli.

PRESSIONI MINIME ALLA PARTENZA (SLICK)

21,0 psi (anteriore) – 19,5 psi (posteriore)

CAMBER MASSIMO

-3,50° (anteriore) | -2,00° (posteriore)

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Messico
Circuito Autódromo Hermanos Rodríguez
Articolo di tipo Preview