Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
27 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
68 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
99 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
107 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
117 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
124 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
138 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
152 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
180 giorni
02 set
Prossimo evento tra
187 giorni
09 set
Prossimo evento tra
194 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
208 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
222 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
243 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
279 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
288 giorni

Perez provoca : "In F1 non ci sono i piloti migliori"

Checo si gode il primo successo in F1 dopo 190 GP, ma non risparmia una frecciata al Circus che non gli assicura un posto in griglia l'anno prossimo visto che in Racing Point dovrà fare posto a Sebastian Vettel. Il messicano sostiene che il mondo dei GP non esprima il meglio in fatto di piloti...

condividi
commenti
Perez provoca : "In F1 non ci sono i piloti migliori"

A Città del Messico i tifosi sono scesi in strada e hanno inscenato dei caroselli con le auto suonando i clacson per la prima vittoria di Sergio Perez.

In Sud America si è accesa la passione per la F1 grazie a Perez che al 190esimo GP ha raccolto una vittoria meritatissima costruendo una splendida rimonta dall’ultima posizione dopo aver subito il contatto di Charles Leclerc alla curva 4 nel primo giro: Checo è stato costretto a rientrare in pit lane per sostituire in safety car la gomma danneggiata e si era riaccodato al gruppo 18esimo.

Poi non ha sbagliato niente arrivando a un successo che lo ripaga di tante delusioni, nella consapevolezza che rischia di non essere nella griglia di partenza del prossimo anno, se la Red Bull non gli offrirà il volante di Alexander Albon…

Checo nella squadra che si trasformerà in Aston Martin Racing non trova posto perché dovrà cedere il cockpit a Sebastian Vettel. È evidente che il futuro di Perez non è più nelle sue mani, visto che il messicano è disposto a concedersi un anno sabbatico per rientrare nel 2022. E Sergio si toglie qualche sassolino dalla scarpa…

"Ho già alcune buone opzioni per il 2022, anche se mi piacerebbe continuare il prossimo anno”.

"Nel 2022 avremo monoposto molto diverse per cui non dovrei pagare lo stare fermo un anno. Mi sento in pace con me stesso. La F1 è molto difficile perché sfortunatamente non ci sono i migliori piloti”.

Sergio Perez, Racing Point RP20, primo classificato, taglia il traguardo

Sergio Perez, Racing Point RP20, primo classificato, taglia il traguardo
1/8

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point, primo classificato, festeggia con il team

Sergio Perez, Racing Point, primo classificato, festeggia con il team
2/8

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point, primo classificato, festeggia al Parc Ferme con il suo team

Sergio Perez, Racing Point, primo classificato, festeggia al Parc Ferme con il suo team
3/8

Foto di: LAT Images

Sergio Perez, Racing Point, primo classificato, festeggia al Parc Ferme

Sergio Perez, Racing Point, primo classificato, festeggia al Parc Ferme
4/8

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point, primo classificato, festeggia al Parc Ferme

Sergio Perez, Racing Point, primo classificato, festeggia al Parc Ferme
5/8

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point, primo classificato, e il team Racing Point festeggiano la vittoria

Sergio Perez, Racing Point, primo classificato, e il team Racing Point festeggiano la vittoria
6/8

Foto di: LAT Images

Sergio Perez, Racing Point, 1° posto sul podio

Sergio Perez, Racing Point, 1° posto sul podio
7/8

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point, festeggia la vittoria sul podio con la bandiera messicana

Sergio Perez, Racing Point, festeggia la vittoria sul podio con la bandiera messicana
8/8

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Bottas non ci sta: "Da fuori è molto facile criticarmi"

Articolo precedente

Bottas non ci sta: "Da fuori è molto facile criticarmi"

Articolo successivo

Report F1: Russell può appiedare Bottas?

Report F1: Russell può appiedare Bottas?
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Sakhir
Sotto-evento Post-gara
Piloti Sergio Pérez Mendoza
Team Racing Point
Autore Franco Nugnes