Perez: "La lotta con Lewis nel momento peggiore della gara"

Il messicano è finalmente riuscito a tornare a podio al termine di una gara dove si è esaltato nel duello con Lewis Hamilton arrivato in un momento in cui era in grande crisi con le gomme intermedie.

Perez: "La lotta con Lewis nel momento peggiore della gara"

Il Gran Premio di Turchia ha regalato a Sergio Perez una occasione di riscatto. Il messicano della Red Bull, reduce da una serie di gare deludenti che l’hanno visto cogliere soltanto 16 punti da Silverstone a Sochi, è riuscito a conquistare il terzo gradino del podio alle spalle di Bottas e Verstappen.

Per Perez l’appuntamento di Istanbul doveva rappresentare un momento di svolta e già ad inizio settimana aveva dichiarato di voler puntare al podio per dare una svolta decisa alla sua prima stagione con i colori del team di Milton Keynes.

Il messicano è stato protagonista del più bel duello ammirato in pista contro il sette volte campione del mondo Lewis Hamilton.

Il pilota della Mercedes, scattato dalla undicesima casella per aver montato il quarto motore termico, ha disputato una prima parte di gara con il coltello tra i denti ed al giro numero 35, quando si trovava in quinta piazza, ha messo nel mirino la Red Bull numero 11.

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

Perez, nonostante la pressione di un Hamilton scatenato, non ha mai mollato ed ha resistito ad una manovra estrema dell’inglese che lo ha costretto a tagliare la corsia di ingresso della pit lane mantenendo così la quarta piazza.

"È stato un duello piuttosto intenso perché Lewis mi ha davvero preso nel mio momento peggiore della mia gara quando stavo faticando parecchio con le mie gomme".

"Il primo stint è stato molto complicato per me, soprattutto verso la fine, e Lewis era piuttosto veloce. Credo che che in quel momento fosse l'auto più veloce in pista e riuscire a tenerlo alle mie spalle è stato piuttosto impegnativo. Abbiamo dato vita ad una bella lotta e ho dovuto anche evitare il dissuasore all'ingresso dei box ".

Leggi anche:

A fine gara Perez ha poi confidato di aver spazzato via dalle spalle una pressione notevole con il terzo posto che lo ripaga delle delusioni vissute negli ultimi appuntamenti

"Onestamente nelle ultime gare sono stato molto sfortunato ed è stato bello concludere a podio in una gara come quella di oggi dove mi sentivo così a disagio con la macchina e non avevamo il ritmo per eguagliare la Mercedes".

Per Sergio l’unico punto debole in questa stagione resta ancora la qualifica. Anche in Turchia il messicano non è riuscito ad estrarre il massimo potenziale dalla sua Red Bull, ma con la consueta maestria nella gestione gomme è riuscito a portare a casa un risultato che fa morale.

"Per l'intero fine settimana sono stato molto più competitivo. In qualifica non ho avuto l'opportunità di mostrarlo perché siamo stati molto aggressivi con la nostra strategia e questo ci ha messo in difficoltà con le gomme morbide".

"Ho mostrato un buon ritmo per tutto il fine settimana e sono sicuro che avrei potuto avere una qualifica molto migliore, ma ad ogni modo si vede che il feeling con la vettura sta migliorando sempre di più”.

condividi
commenti
Caso ventolini F1: cambia la forma delle carenature per il 2022
Articolo precedente

Caso ventolini F1: cambia la forma delle carenature per il 2022

Articolo successivo

Tsunoda: "La difesa su Lewis? Per aiutare Max e la Honda"

Tsunoda: "La difesa su Lewis? Per aiutare Max e la Honda"
Carica i commenti