Perez: “Adattamento lento alla Red Bull a causa del poco tempo”

Sergio Perez ritiene che le opportunità limitate di prove e test in Formula 1 hanno contribuito al suo adattamento lento alla Red Bull, che rispetto alla sua monoposto precedente ha una filosofia molto diversa.

Perez: “Adattamento lento alla Red Bull a causa del poco tempo”

Sergio Perez è arrivato in Red Bull nel 2021 dopo aver lasciato la Racing Point, diventando compagno di squadra di Max Verstappen, il quarto in diverse stagioni. Inizialmente il messicano ha faticato ad adattarsi alla RB16B, conosciuta per il fatto che richieda uno stile di guida aggressivo. Tuttavia ha conquistato la sua seconda vittoria in carriera nel Gran Premio dell’Azerbaijan.

Perez ha concluso la stagione salendo sul podio anche in Turchia, negli Stati Uniti e in Messico, giocando un ruolo fondamentale nella difesa del titolo di Verstappen contro il rivale Lewis Hamilton durante il Gran Premio di Abu Dhabi. Riflettendo sulla sua prima stagione in Red Bull, il messicano ha spiegato quanto grande fosse la differenza tra le due filosofie e quanto la mancanza di test pre-stagione con tre giorni in totale per ogni team ha reso più difficoltoso e lento l’adattamento.

“Dobbiamo tenere in considerazione il fatto che venivo da una filosofia molto diversa in termini di auto che ho guidato durante tutta la mia carriera”, ha affermato Perez. “Penso che in questo senso sia stato un adattamento lento. Ma si tratta di una macchina molto diversa, con un motore tanto differente, quindi tante cose da imparare con un nuovo team e praticamente nessun test”.

“Prima della gara inaugurale, ho provato un giorno e mezzo. Ma l’intera giornata è stata occupata solo da cose di aerodinamica. Quindi non ho fatto nulla prima della prima gara. Ci sono molti aspetti da considerare, ma alla fine è stata una stagione promettente. Ovviamente speravo in qualcosa di più, ma è quello che abbiamo. Devo solo continuare a spingere. Abbiamo avuto alcune giornate positive e altre negative. Ma solo con più tempo insieme saremo più forti come team”.

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

Con le sue prestazioni dello scorso anno, Perez si è guadagnato il rinnovo per il 2022, firmato già ad agosto e che gli ha assicurato la continuità in vista della prossima stagione. Quest’anno vedrà i team usufruire di più test pre-stagionali – da tre a sei giorni – per lavorare sul nuovo regolamento tecnico in vigore dalla prossima stagione.

Questo darà a Perez più tempo per adattarsi alla Red Bull del 2022, avendo già affrontato la sfida di avere meno tempo per provare rispetto alle precedenti stagioni, anche dovuto al fatto che le sessioni di libere del venerdì sono passate da 90 a 60 minuti. “Sembra strano, ma mi è mancato il tempo”, rivela Perez. “Penso che il numero limitato di test e di prove all’interno della monoposto abbiano avuto un impatto, perché ogni pista è diversa. Quindi trovarsi a guidare una macchina così tanto diversa, probabilmente ha reso tutto più difficile. Ma non sono il solo qui, penso che anche altri ottimi piloti abbiano faticato per arrivare al top con le loro monoposto”.

condividi
commenti
F1 | Speranza Brown: "3-4 vetture in lotta per il titolo 2022"
Articolo precedente

F1 | Speranza Brown: "3-4 vetture in lotta per il titolo 2022"

Articolo successivo

F1 | FIA: un ufficio inglese per assorbire gli aerodinamici Liberty?

F1 | FIA: un ufficio inglese per assorbire gli aerodinamici Liberty?
Carica i commenti