Per le gomme Pirelli un inizio molto positivo

Per le gomme Pirelli un inizio molto positivo

Le coperture italiane hanno convinto anche gli scettici dopo le critiche invernali

Promosse a pieni voti le gomme Pirelli. Il debutto nel Circus delle coperture italiane è stato accompagnato dai complimenti del vincitore Sebastian Vettel. Paul Hembery può andare fiero del lavoro svolto dai suoi uomini perché tutti i dubbi della vigilia sulla durata degli pneumatici sono stati fugati dai fatti. Le Pirelli, infatti, hanno permesso alle squadre di costruire tattiche di gara molto diverse fra di loro e per niente prevedibili, passando dall'unica sosta di Sergio Perez con la Sauber alle tre fermate delle Ferrari di Alonso e Massa. Non ci sono stati i crolli prestazionali temuti, ma anzi le coperture italiane hanno dimostrato una durata che è andata ben oltre le previsioni. Paul Hembery, Direttore Pirelli Motorsport, commenta: “Che gara fantastica! In Australia c’è stato di tutto: il giro più veloce mai visto in qualifica a Melbourne, molti duelli in pista, competizione serrata e alcuni sorpassi da brivido. Alla fine sul podio sono saliti tre piloti di team diversi, tutti autori di prestazioni convincenti. Penso che lo stesso si possa dire anche dei nostri pneumatici: non abbiamo avuto alcun problema e il degrado è stato inferiore alle aspettative, per cui la maggior parte dei piloti – inclusi i primi tre – ha optato per una strategia su due soste, come avevamo previsto. Abbiamo anche visto un’ampia gamma di strategie, da uno a tre pitstop, cosa che ha offerto ai team l’opportunità di pensare in modo creativo alla gestione della gara. Voglio ringraziare tutte le squadre e i piloti per il loro supporto nel nostro debutto in gara e speriamo che l’azione di oggi abbia ricambiato la fiducia che hanno riposto in noi. Voglio anche ringraziare tutto il team Pirelli: questo emozionante avvio di stagione è stato possibile solo grazie all’incessante lavoro di tutti, iniziato dalla firma del nostro accordo di soli nove mesi fa, nel giugno scorso e proseguito con ritmi incessanti fino ad oggi. Ma non dormiremo sugli allori: siamo già concentrati sulla prossima gara in Malesia, che rappresenterà una sfida nuova e ancora diversa”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie