Formula 1
02 lug
-
05 lug
Evento concluso
09 lug
-
12 lug
Prove Libere 1 in
1 giorno
G
GP 70° Anniversario
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
27 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
113 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
127 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
141 giorni

Paul Ricard, Libere 1: due Mercedes davanti, la Ferrari fa solo esperimenti

condividi
commenti
Paul Ricard, Libere 1: due Mercedes davanti, la Ferrari fa solo esperimenti
Di:
21 giu 2019, 10:52

La prima sessione di prove libere del GP di Francia è poco indicativa con Hamilton che è stato più lento di mezzo secondo rispetto allo scorso anno a causa di una pista troppo scivolosa. Lewis ha preceduto Bottas di 69 millesimi con Leclerc più staccato di oltre tre decimi.

Lo diciamo subito: la prima sessione di prove libere del GP di Francia è poco indicativa perché le gomme a mescola Soft hanno accusato molto graining e moltissimi piloti, con pochissimo grip per la pista scivolosa, sono finiti in testacoda per l'assoluta mancanza di aderenza sull'asfalto.

Detto questo al Paul Ricard si registra la supremazia delle due Mercedes con Lewis Hamilton capace di 1'32"738  con le gomme Rosse, vale a dire un tempo peggiore di mezzo secondo rispetto allo scorso anno. Dietro al penta-campione si è inserito Valtteri Bottas staccato di appena 69 millesimi di secondo con la seconda W10. Le due frecce d'argento sono state le uniche monoposto capaci di sfondare il muro dell'1'33".

La Ferrari è terza con Charles Leclerc: il monegasco ha completato il turno in 1'33"11 a oltre tre decimi dalle Mercedes, mentre Sebastian Vettel è solo quinto a un secondo. Come bisogna leggere queste prestazioni della Ferrari? La risposta è semplice: la squadra di Maranello ha fatto molte prove comparative: Sebastian Vettel all'inizio ha girato con la SF90 nella configurazione tutta nuova (ala anteriore, brake duct e fondo), mentre Charles Leclerc è sceso in pista con la Rossa in versione standard. 

Leggi anche:

La Scuderia ha effettuato delle prove aerodinamiche a velocità costante prima che i due piloti si scambiassero le parti per avere un confronto diretto fra le diverse soluzioni perdendo oltre venti minuti di lavoro. I meccanici hanno continuato a sostituire l'ala anteriore (alternando nuova e vecchia) per raccogliere i dati e fare delle comparazioni in pista con i dati della galleria, segno che non si cercavano delle prestazioni, ma dei riscontri con i numeri letti a casa.

Leclerc si è lamentato del graining sull'anteriore sinistra, ma si tratta di un fenomeno che andrà calando nel weekend fino a scomparire visto che sull'asfalto c'erano 48 gradi.

Max Verstappen con la Red Bull dotata del nuovo motore Honda si è infilato fra le due Ferrari: l'olandese con 1'33"618 è a otto decimi dalle Mercedes.

Al sesto posto c'è Pierre Gasly sempre in testacoda con la seconda Red Bull: il francese troppo irruento con poco grip paga mezzo secondo dal compagno di squadra. Tanta roba...

Bene le due McLaren settima con Lando Norris e ottava con Carlos Sainz davanti alla Renault di Daniel Ricciardo dotata del motore Spec B. La top 10 è completata da Alex Albon con la Toro Rosso.

Nico Hulkenberg, 12esimo con la R.S.19, è stretto nella morsa delle Racing Point con Sergio Perez davanti e Lance Stroll dietro.

Male le Alfa Romeo costrette al 16esimo posto con Kimi Raikkonen seguito dal compagno di squadra, Antonio Giovinazzi.

La Williams, dopo il debutto in Canada, ripropone Nicholas Latifi al posto di George Russell: il noramericano si è tolto la soddisfazione di stare davanti a Robert Kubica con il 18esimo tempo, anche se solo di 25 millesimi di secondo!

Romain Grosjean chiude la lista dei tempi con la Haas: il francese mastica amaro nella gara di casa perché ha coperto solo nove giri a causa di una perdita d'acqua dalla power unit che lo ha costretto a restare nei box.

Cla Pilota Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 United Kingdom Lewis Hamilton 21 1'32.738     226.780
2 Finland Valtteri Bottas 20 1'32.807 0.069 0.069 226.612
3 Monaco Charles Leclerc 21 1'33.111 0.373 0.304 225.872
4 Netherlands Max Verstappen 20 1'33.618 0.880 0.507 224.649
5 Germany Sebastian Vettel 22 1'33.790 1.052 0.172 224.237
6 France Pierre Gasly 20 1'34.091 1.353 0.301 223.519
7 United Kingdom Lando Norris 23 1'34.110 1.372 0.019 223.474
8 Spain Carlos Sainz Jr. 26 1'34.261 1.523 0.151 223.116
9 Australia Daniel Ricciardo 18 1'34.540 1.802 0.279 222.458
10 Thailand Alexander Albon 25 1'34.804 2.066 0.264 221.838
11 Mexico Sergio Perez 21 1'34.809 2.071 0.005 221.827
12 Germany Nico Hulkenberg 25 1'34.810 2.072 0.001 221.824
13 Canada Lance Stroll 22 1'35.063 2.325 0.253 221.234
14 Russian Federation Daniil Kvyat 24 1'35.326 2.588 0.263 220.623
15 Denmark Kevin Magnussen 19 1'35.410 2.672 0.084 220.429
16 Finland Kimi Raikkonen 22 1'35.522 2.784 0.112 220.171
17 Italy Antonio Giovinazzi 22 1'36.102 3.364 0.580 218.842
18 Canada Nicholas Latifi 25 1'37.147 4.409 1.045 216.488
19 Poland Robert Kubica 27 1'37.172 4.434 0.025 216.432
20 France Romain Grosjean 9 1'37.620 4.882 0.448 215.439
Articolo successivo
Renault condivide Sirotkin con McLaren: il team di Woking potrà usarlo in caso di bisogno

Articolo precedente

Renault condivide Sirotkin con McLaren: il team di Woking potrà usarlo in caso di bisogno

Articolo successivo

Renault: il muso con il mantello si associa a pance, fondo e deviatori di flusso nuovi

Renault: il muso con il mantello si associa a pance, fondo e deviatori di flusso nuovi
Carica i commenti