Ottimismo in Renault, Taffin: "Il motore ha raggiunto gli alti obiettivi che ci eravamo prefissati"

condividi
commenti
Ottimismo in Renault, Taffin: "Il motore ha raggiunto gli alti obiettivi che ci eravamo prefissati"
Di:
1 mar 2019, 10:21

La Renault ha centrato gli obiettivi iniziali che aveva fissato per il suo motore di Formula 1 2019, stando a quanto ha riferito il responsabile power unit Remi Taffin.

Il costruttore francese insegue Mercedes e Ferrari dall'inizio dell'era dei V6 turbo ibridi, ma lo scorso anno è stato messo sotto pressione anche dalla Honda, che in precedenza invece si ritrovava al fondo della gerarchia.

Tuttavia, la Renault ha dichiarato che il nuovo design della power unit, che durante l'inverno era stato considerato un passo avanti importante, in pista ha convalidato queste aspettative nei test collettivi delle ultime due settimane.

"Abbiamo rivisto in pista tutto quello che avevamo rilevato al banco prova" ha detto Taffin, responsabile motorista della Renault.

"La cosa era stata simile anche negli ultimi anni, ma quest'anno è cambiato il nostro potenziale".

"Penso che abbiamo centrato i nostri obiettivi e siamo contenti di ciò che siamo riusciti a fare".

Cyril Abiteboul, grande capo di Renault Sport F1, ha descritto la crescita di quest'inverno come la più grande da quando sono stati introdotti i motori ibridi nel 2014.

Leggi anche:

Anche Taffin si è detto convinto che si tratta di un passo avanti significativo e, parlando con Motorsport.com, ha aggiunto: "Abbiamo fissato alcuni obiettivi elevati per quest'anno, che abbiamo raggiunto".

"Ma ovviamente dovremo aspettare fino a Melbourne per capire dove siamo realmente sia in qualifica che in gara".

Uno degli elementi che ha un po' mascherato questa crescita della Renault, sono i problemi con il DRS che hanno colpito la R.S.19 la scorsa settimana, imponendo di tenerlo chiuso sul rettilineo di partenza, e questo ha di fatto abbassato le velocità di punta.

Il direttore tecnico Nick Chester, a tal proposito, ha dichiarato: "Sappiamo di aver avuto delle velocità piuttosto basse alla speed trap la settimana scorsa, ma questo è successo soprattutto perché non abbiamo usato molto il DRS".

"Questa settimana abbiamo già visto dei valori più alti, che penso siano decisamente più sensati".

"Quindi, non sono troppo preocuppato. Sappiamo cosa dobbiamo fare con l'ala posteriore e sappiamo cosa stiamo facendo con il nostro programma, quindi siamo abbastanza a nostro agio".

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S. 19 and Lando Norris, McLaren MCL34

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S. 19 and Lando Norris, McLaren MCL34

Photo by: Jerry Andre / Sutton Images

Articolo successivo
Fotogallery F1: la giornata conclusiva del Test 2 di Barcellona

Articolo precedente

Fotogallery F1: la giornata conclusiva del Test 2 di Barcellona

Articolo successivo

Ferrari: il presidente John Elkann ha fatto visita alla squadra nei box di Barcellona

Ferrari: il presidente John Elkann ha fatto visita alla squadra nei box di Barcellona
Carica i commenti