Norris: "Non mi farò mai da parte per agevolare Lewis e Max"

Lando Norris ha dichiarato a Motorsport.com che non farà favoritismi nella lotta al Mondiale 2021: non cederà alcuna posizione né a Hamilton, né a Verstappen.

Norris: "Non mi farò mai da parte per agevolare Lewis e Max"

La lotta per il titolo iridato Piloti 2021 di Formula 1 entra più che mai nel vivo. Lewis Hamilton e Max Verstappen sono due equilibristi in piedi su una corda sottile, tesissima. E, sotto di loro, il baratro. Basta un minimo errore per permettere all'avversario di prendere il sopravvento.

Hamilton e Verstappen si sorpassano e contro sorpassano nel Mondiale Piloti ormai da settimane. Gare che dovrebbero essere favorevoli a uno, diventano spesso motivo di sorpresa e vanno invece ad aiutare il rivale. E, naturalmente, viceversa. Ma non è solo una questione tra i due. Certo, lo è per il titolo, ma nel percorso che porterà all'assegnazione dell'iride vi sono diversi ostacoli per entrambi.

Uno di questi, soprattutto nell'ultimo periodo, ha il nome della McLaren. Il team diretto da Andreas Seidl ha fatto enormi passi avanti nel corso della stagione e ora, dopo aver introdotto diverse novità sulla MCL35M, è riuscita a ottimizzare il pacchetto a disposizione portando a casa una clamorosa vittoria a Monza con Daniel Ricciardo e ha sfiorato il bis a Sochi con Lando Norris.

Solo una scelta errata da parte del britannico presa negli ultimi giri gli ha negato quello che sarebbe stato il primo successo della carriera in Formula 1. Un errore di gioventù, che però ha sottolineato ancora una volta una cosa: le McLaren - soprattutto la numero 4 - saranno quasi certamente arbitri del Mondiale. Forse non in tutte le piste, ma la situazione vissuta nelle ultime due uscite di F1 si potrebbe ripresentare ancora prima della fine del Mondiale corrente.

 

E se così dovesse essere? Le monoposto di Woking sono spinte da propulsori Mercedes, gli stessi che spingono la W12 numero 44 di Lewis Hamilton. Il punto in comune tra Mercedes e McLaren - il motore, appunto - potrebbe lasciar pensare a una sinergia tra le squadre non solo a livello tecnico, ma anche in pista.

Qualora Lando Norris si trovasse nella stessa situazione di Sochi, ovvero davanti ai due contendenti per il titolo iridato, come si comporterebbe? La domanda potrebbe essere lecita. Per fugare ogni dubbio Motorsport.com lo ha chiesto al diretto interessato, proprio il pilota britannico della McLaren.

A margine di un evento tenutosi all'autodromo di Adria nella giornata odiera, Lando Norris ha voluto dissipare ogni dubbio, spazzare via ogni nube, ogni domanda sospettosa. In fondo è un pilota e, per quanto sia un "team player", un pilota che corre di squadra, il suo pensiero è sempre rivolto a se stesso, al suo presente, al suo futuro, alla sua carriera e ai suoi successi.

"Farmi da parte se ho Lewis e Max alle spalle? No, non mi farò mai da parte", ha subito detto Norris, senza troppe remore. "Non importa che io sia in lotta per il titolo o no, io guido per il mio team e per me stesso. Io lotto per vincere le gare, non lascerò mai un piazzamento a Max o a Lewis o a chiunque altro. Non mi importa che possa servire loro per vincere il titolo".

Insomma, poco importa che il motore Mercedes sia il cuore della McLaren. Dicono che al cuor non si comanda, Lando Norris comanderà il suo e anche quello della sua MCL35M. Lewis e Max dovranno sudarsi la posizione sul campo e, lo abbiamo visto, con questa McLaren e questo Norris, non sarà affatto facile.

condividi
commenti
Piero Ferrari: "Diamo a Leclerc una F1 competitiva e ci divertiremo"
Articolo precedente

Piero Ferrari: "Diamo a Leclerc una F1 competitiva e ci divertiremo"

Articolo successivo

GP Russia: la centesima vittoria di Hamilton in questa photostory

GP Russia: la centesima vittoria di Hamilton in questa photostory
Carica i commenti