Newey teme che i motori faranno la differenza nel 2014

Newey teme che i motori faranno la differenza nel 2014

Regole ancora più restrittive per telaio ed aerodinamica potrebbero rendere determinanti i V6 turbo

Dopo essersi lamentato particolarmente per le limitazioni introdotte costantemente nei regolamenti della Formula 1, Adrian Newey ha fatto un salto avanti di due anni ed ha iniziato ad immaginare lo scenario dell'arrivo dei nuovi motori V6 turbo che debutteranno appunto nel 2014. Il guru tecnico della Red Bull teme che questi potranno avere un effetto eccessivo sulle prestazioni delle monoposto, che saranno invece soggette a regole ancora più restrittive. La paura di Newey, dunque, è che chi azzecca il motore e tutti i sistemi ad esso associati possa portare tutte le sue monoposto nella parte alta dello schieramento. "Nel 2014 avremo un'importante variazione a livello di motore. Le performance non dipenderanno più solamente dalla combustione interna del propulsore, ma anche dai vari sistemi di recupero accoppiati ad esso. E' possibile quindi che un costruttore possa fare una lavoro significativamente migliore rispetto agli altri e che magari possa portare tutte le sue vetture nelle parti alte della griglia. Si potrebbe finire per correre un campionato motoristi più che un campionato costruttori" ha spiegato Newey in un'intervista concessa ad Autosport. "Le regole relative ai telai e all'aerodinamica saranno ancora più restrittive rispetto a quelle che sono in vigore attualmente. Ovviamente l'installazione di un motore è qualcosa che viene pianificata insieme dal team e dal motorista. Rimane da vedere però se qualcuno sarà bravo ad inventare qualcosa di nuovo, traendone un vantaggio" ha aggiunto.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie