Nel mondiale F1 senza i tre top team sarebbe Hulkenberg in testa al campionato

condividi
commenti
Nel mondiale F1 senza i tre top team sarebbe Hulkenberg in testa al campionato
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
10 ott 2018, 13:16

Nico Hulkenberg, che non ha mai vinto un GP, nella classifica avulsa da Mercedes, Ferrari e Red Bull avrebbe totalizzato quattro successi, precedendo Sergio Perez e Esteban Ocon. Nella graduatoria Costruttori ci sarebbe la conferma della Renault.

Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team R.S. 18
Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team con una tifosa
Sergio Perez, Racing Point Force India F1 Team
Esteban Ocon, Racing Point Force India VJM11
Carlos Sainz Jr., Renault Sport F1 Team
Kevin Magnussen, Haas F1 Team
Fernando Alonso, McLaren, on stage
Pierre Gasly, Scuderia Toro Rosso
Meccanici Reanult con un'ala anteriore della monoposto di Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team R.S. 18
Sergio Perez, Racing Point Force India VJM11
Haas F1 logo with rain water
Marcus Ericsson, Sauber C37
Brendon Hartley, Scuderia Toro Rosso STR13

Lo scorso fine settimana, nel paddock di Suzuka, si è radunato un piccolo gruppetto di addetti ai lavori che ha commesso l’errore di arrivare in pista con eccessivo anticipo. Hospitality chiuse, quindi niente colazione. Tra i vari discorsi emersi in attesa del primo caffè della giornata, uno ha tenuto banco in particolare: come sarebbe la Formula 1 senza i tre top team che ormai da un lustro dominano la scena senza lasciare neanche le briciole a chi corre alle loro spalle?

Meglio? Peggio? E soprattutto, i conti in chiave Mondiale sarebbero già chiusi come lo sono di fatto oggi tra Mercedes e Ferrari? I numeri spesso vengono in soccorso, così abbiamo ipotizzato una stagione senza Mercedes, Ferrari e Red Bull, un gioco aritmetico per mettere sotto i riflettori l’altro Mondiale, quello di chi corre sapendo che, comunque vada, non vincerà.

È emerso un quadro con conferme e sorprese, che descrive un contesto molto combattuto ed un confronto dagli esiti tutt’altro che scontati.

Sarebbero otto i piloti ad aver vinto almeno un Gran Premio a partire da Melbourne, e ben cinque quelli ancora in corsa per il titolo Mondiale, con Nico Hulkenberg leader per punti e numero di vittorie di tappa. Il tedesco pagherebbe però il periodo poco positivo della Renault, con un serie di risultati deludenti arrivati dopo la pausa estiva.

Nella classifica reale, dietro i magnifici sei di Red Bull, Ferrari e Mercedes, c’è una situazione ex-aequo che vede a 53 punti Kecin Magnussen, Sergio Perez e Nico Hulkenberg, con Fernando Alonso ed Esteban Ocon a ruota. Nell’ipotetico Mondiale degli ‘altri’ sarebbe della partita anche Sainz, mentre in entrambe le graduatorie emerge l’atipica stagione di Romain Grosjean tra alti e bassi, a dire il vero più bassi che alti.

Hulkenberg conterebbe quattro vittorie

Pos. Pilota

AUS

BAH

CHN

AZ

SP

MC

CAN

FRA

A

GB

GER

HU

B

I

SIN

RUS

JAP

TOT

1

Hulkenberg

18

15

25

   

15

25

15

 

25

25

6

 

4

12

8

 

193

2

Perez

10

 

8

25

12

8

4

 

12

10

15

2

25

18

1

12

25

187

3

Ocon

8

6

10

   

25

15

 

15

18

12

4

18

25

 

15

15

186

4

Sainz

12

4

15

18

18

12

18

18

2

 

4

12

6

15

18

 

12

184

5

Magnussen

 

18

12

1

25

6

6

25

18

12

6

18

12

   

18

 

177

6

Alonso

25

12

18

12

15

   

1

10

15

 

15

   

25

4

4

156

7

Gasly

 

25

 

2

 

18

10

 

4

4

1

25

10

2

6

 

10

117

8

Grosjean

 

1

     

2

8

10

25

 

18

10

15

 

2

10

18

119

9

Leclerc

6

2

 

15

10

 

12

12

8

       

8

15

25

 

113

10

Ericsson

 

8

1

4

4

10

2

6

6

 

10

1

8

1

10

6

8

85

11

Vandoorne

15

10

6

8

 

4

1

8

 

8

2

   

6

8

1

2

79

12

Stroll

4

 

4

10

8

       

6

   

2

12

4

2

 

52

13

Hartley

2

   

6

6

   

4

   

8

8

1

     

6

41

14

Sirotkin

   

2

 

2

1

 

2

1

2

   

4

10

   

1

25

La Renault sarebbe in testa alla classifica Costruttori

Cambierebbero, invece, (e non poco) le gerarchie nell’ipotetica classifica costruttori. Nella graduatoria reale, a quattro gare dal termine ci sono Renault e Haas separate da otto punti e uniche protagoniste della volata per il titolo di ‘primi degli altri’.

Il tutto, ovviamente, grazie anche alla scissione della classifica della Force India, che senza il passaggio di proprietà avvenuto alla vigilia del Gran Premio del Belgio, sarebbe quarta e con buone prospettive di mantenere la posizione fino al termine della stagione.

La nostra graduatoria premia invece la costanza della Renault, che sarebbe quattro punti davanti alla Force India (senza scissione) e ben 81 punti davanti alla Haas.

Questo a causa dei molti ritiri di Grosjean, ed anche dalle difficoltà riscontrate da Magnussen in tre volte nelle ultime quattro gare. Invertite invece le posizioni di Sauber e Toro Rosso, con il team svizzero che nella realtà insegue staccato di tre punti la squadra di Faenza, che si ritroverebbe in vantaggio di ben quaranta lunghezze grazie ad un minor numero di ritiri.

Costruttori: Sauber scavalcherebbe Toro Rosso

1

Renault

377

2

Force India

373*

3

Haas

296

4

McLaren

235

5

Sauber

198

6

Toro Rosso

158

7

Williams

77

*Force India + Racing Point

Prossimo articolo Formula 1
Briatore duro con Vettel: "E' ossessionato dalle vittorie dei GP, ma così non si vincono i Mondiali!"

Articolo precedente

Briatore duro con Vettel: "E' ossessionato dalle vittorie dei GP, ma così non si vincono i Mondiali!"

Articolo successivo

Mercato F1: Russell verso la Williams, Albon nella selezione della Toro Rosso

Mercato F1: Russell verso la Williams, Albon nella selezione della Toro Rosso
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Giappone
Location Suzuka
Autore Roberto Chinchero
Tipo di articolo Analisi