Motori V6 Turbo: ora si vieta la doppia iniezione!

Motori V6 Turbo: ora si vieta la doppia iniezione!

La nuova decisione modifica le regole 2014 e mette in difficoltà alcuni costruttori per favorire altri?

La Formula 1 è in fibrillazione: il Circus sta mettendo le basi al suo futuro, ma le acque sono agitate. La CVC sta collocando delle quote alla borsa di Singapore per aprire agli investitori privati e alle squadre, mentre si stanno discutendo le regole tecniche per il 2014, quando dovrebbe entrare in vigore il nuovo regolamento. Le piccole squadre stanno spingendo per posticipare l'adozione del motore V6 di 1.600 cc con il turbo fortemente voluto da Jean Todt, presidente della FIA. Il francese vuole riportare la F.1 ad avere una funzione trainante nello sviluppo delle auto di serie per cui l'adozione di propulsori downsizing con l'ERS (Energy Recovery Sustem) dovrebbero essere funzionali allo sviluppo dell'ibrido, accelerando la ricerca, per esempio, nel campo delle batterie. Accumulatori di grande capacità e con più carica, ma miniaturizzati potrebbero ricoluzionare il mercato dell'auto. Non solo, ma Todt vorrebbe rendere la F.1 un esempio per la riduzione dei consumi e delle emissioni. Bernie Ecclestone, in questa fase, non ha visioni convergenti con quelle della Federazione Internazionale e, infatti, si torna a parlare della nascita di una fantomatica GP1, una categoria alternativa alla F.1 di cui si parla da anni. Flavio Briatore sarebbe stato incaricato di studiare il nuovo regolamento GP1, che avrebbe elementi molto restrittivi in termini aerodinamici, e per questo piacerebbe anche alla Ferrari, ma la sensazione è che si stia facendo pressione su Todt per cambiare alcuni aspetti del regolamento 2014. Nell'ambito dei motori c'è grande agitazione, perché i costruttori Ferrari, ma anche Mercedes, avrebbe già messo in moto il prototipo dei V6 turbo. Peccato che non ci sia ancora una visione unanime sulle regole: fino a quindici giorni fa, infatti, era concessa la doppia iniezione, abbinando il sistema tradizionale a quella diretta. Nell'ultima riunione dei motoristi, invece, sarebbe stato imposto il passaggio alla sola iniezione diretta: una decisione che costringe alcuni costruttori a rivedere i loro progetti a favore di altri che hanno sempre sviluppato i loro concetti nella direzione che adesso la FIA avrebbe promulgato. Secondo alcuni osservatori questo è il sistema per favorire qualcuno (la PURE?), mentre secondo altri sarebbe il Cavallo di Troia per far slittare al 2015 l'avvento dei V6 Turbo a favore di un allungamento della vita dei V8 atmosferici. Fra i motoristi rullano i tamburi perché sono già stati fatti degli investimenti importanti e sarebbe una pazzia tentare di far abortire un progetto in avanzata fase di realizzazione...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie