Formula 1
03 lug
-
05 lug
Evento concluso
10 lug
-
12 lug
Evento concluso
G
GP 70° Anniversario
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
23 giorni
04 set
-
06 set
FP1 in
51 giorni
G
GP del Messico
30 ott
-
01 nov
FP1 in
107 giorni
G
GP del Brasile
13 nov
-
15 nov
FP1 in
121 giorni
G
GP da Abu Dhabi
27 nov
-
29 nov
FP1 in
135 giorni

Motori Ferrari: arriva già in Ungheria l'EVO 3 sia per Haas che per Sauber?

condividi
commenti
Motori Ferrari: arriva già in Ungheria l'EVO 3 sia per Haas che per Sauber?
Di:
26 lug 2018, 13:17

I tecnici del Cavallino hanno messo a disposizione dei due team clienti un nuovo 6 cilindri: Haas e Sauber sono intenzionate a usarli subito visto che l'unità 2 ha già 6 GP sulle spalle. Pare che il nuovo propulsore anticipi l'EVO3 che la Scuderia userà più avanti

Ferrari SF71H, dettaglio del motore
Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-18
Logo Haas F1 sul naso di una Haas F1 Team VF-18
Marcus Ericsson, Sauber C37

Alla vigilia del Gran Premio d’Ungheria sia Haas che Sauber hanno avuto a disposizione dalla Ferrari una nuova unità termica della power unit di Maranello. Entrambi i team erano passati alla ICU numero 2 alla vigilia di Monte Carlo, completando sei weekend di gara senza problemi.

L’opzione di passare alla nuova unità termica è lasciata alla volontà di Sauber e Haas, ma entrambi i team dovrebbero essere allineati sulla scelta di montare subito il 6 cilindri fresco.

I quattro piloti (Magnussen, Grosjean, Leclerc ed Ericsson) non pagheranno penalità, essendo al motore numero 2, mentre in caso di sostituzione del turbocompressore e dell’MGU-H, Grosjean andrebbe in penalità, avendo già utilizzato le componenti numero 3 a partire dal Gran Premio del Canada.

Leggi anche:

La valutazione della Haas potrebbe portare alla sostituzione per il francese della sola unità termica, per evitare di partire dal fondo della griglia su una pista che non facilità per sua natura le rimonte.

Nel paddock di Budapest si è parlato anche della possibilità che la nuova ICE messa a disposizione dalla Ferrari non sia la stessa montata da Sebastian Vettel nel Gran Premio del Canada (l’evoluzione 2), ma che si tratti dell’ultimo sviluppo deliberato dai tecnici di Maranello, destinato ad essere montato sulle due Ferrari per l’ultimo terzo di stagione.

I riscontri che arriveranno dai team clienti sarebbero così preziosi per valutare il lavoro fatto senza correre rischi in ottica Mondiale con la squadra ufficiale.

Articolo successivo
Ferrari: niente conferenza stampa oggi per Raikkonen e domani per Arrivabene

Articolo precedente

Ferrari: niente conferenza stampa oggi per Raikkonen e domani per Arrivabene

Articolo successivo

Sauber: Giovinazzi torna sulla C37 nella FP1 ma guida la macchina di Leclerc

Sauber: Giovinazzi torna sulla C37 nella FP1 ma guida la macchina di Leclerc
Carica i commenti