Montreal, Libere 3: Verstappen di un pelo davanti alle due Ferrari e Hamilton

condividi
commenti
Montreal, Libere 3: Verstappen di un pelo davanti alle due Ferrari e Hamilton
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
09 giu 2018, 16:24

Con le Hypersoft Verstappen è il più veloce anche nella terza sessione di prove libere del GP del Canada. L'olandese precede Vettel, Raikkonen e Hamilton staccati di pochi millesimi.

Quattro piloti in un decimo di secondo nella simulazione della qualifica con le gomme Hypersoft. Max Verstappen si conferma il leader anche nella terza sessione di prove libere del GP del Canada con la Red Bull: l'olandese ottiene un 1'11"599 che arriva a 140 millesimi dal record della pista (1'11"459 ottenuto da Hamilton l'anno scorso con la pole) e rivela anche un'ottima velocità massima, segno che il motore Renault nella versione 2 sembra cresciuto.

Sebastian Vettel è arrivato a 49 millesimi dalla RB14: il tedesco ha ottenuto la prestazione ben prima di quella di Verstappen, quando la pista non era gommata come a fine turno e ha commesso un piccolo errore nel primo settore. La Rossa sembra aver risolto i problemi di bilanciamento che si erano visti alla conclusione delle libere di ieri, quando la SF71H del tedesco non aveva certo entusiasmato.

La notte ha portato consiglio ai tecnici del Cavallino perché Kimi Raikkonen è staccato di appena due millesimi dalla prestazione di Vettel, segno che la Ferrari ha trovato la giusta messa a punto sui lunghi rettilinei di Montreal.

E le Mercedes? Lewis Hamilton è solo quarto, ma ad appena 56 millesimi dalla Rossa con la W09. L'inglese è parso quello che ha tenuto più indietro il V6, visto che il leader del mondiale deve usare ancora il motore 1. La sensazione è che Lewis (che non aveva usato le gomme rosa ieri) abbia avuto qualche difficoltà di adattamento alla mescola più morbida dopo aver modificato l'altezza da terra della W09.

Il vincitore di Monaco, Daniel Ricciardo è solo quinto a mezzo secondo dal compagno di squadra: l'australiano ha avuto un intoppo al cambio che poi è stato brillantemente risolto, ma va detto che Daniel usa la MGU-K che aveva fatto i capricci nel Principato, per cui è lecito pensare che abbiano tenuto la power unit in una configurazione molto conservativa. In qualifica lo vedremo più aggressivo.

Lo stesso discorso vale anche per Valtteri Bottas con la seconda Mercedes: il finlandese è quello con il motore 1 con più chilometri. Aspettiamoci che le Mercedes tentino di passare la Q2 con le Ultrasoft, potendo così evitare di usare le Hypersoft in gara, puntando solo sulle fucsia e le rosse.

Dietro ai primi sei c'è un abisso: il primo degli altri è Sergio Perez con la Force India accredidato di 1'12"903 a 1"3 da Verstappen: il messicano si è messo dietro Nico Hulkenberg di 43 millesimi di secondo. Il tedesco pare soddisfatto dalla nuova power unit Renault e si è tolto il gusto di lasciare Carlos Sainz al 14esimo posto con un distacco di quattro decimi.

Nella top ten troviamo anche Romain Grosjean con la Haas e Stoffel Vandoorne con la McLaren: il belga è stato bravo a fare il tempo dopo aver fatto un dritto nelle vie di fuga del primo settore quando ha faticato molto a fare inversione senza usare la retro.

Esteban Ocon è 11esimo con l'altra Force India davanti a Brendon Hartley con la Toro Rosso: il neozelandese per la prima volta sembra nettamente meglio di Pierre Gasly che ha un difficile adattamento con la STR14 al circuito dell'isola di Notre Dame: il francese, infatti, è soo 15esimo.

Non ha brillato Fernando Alonso alle prese con la messa a punto della sua McLaren: lo spagnolo è 13esimo davanti all'altro connazionale Sainz.

Charles Leclerc piazza la Sauber in 16esima piazza: il monegasco continua ad apprendere i segreti della pista senza commettere errori, mentre Marcus Ericsson non ha chiuso un tempo esattamento come Lance Stroll. Non bene Kevin Magnussen 17esimo con la seconda Haas, dietro anche dietro alla Williams di Sergey Sirotkin. E il che è tutto dire...

Cla # Pilota Chassis Motore Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 33 Netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 14 1'11.599     219.271
2 5 Germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 22 1'11.648 0.049 0.049 219.121
3 7 Finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 21 1'11.650 0.051 0.002 219.115
4 44 United Kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 23 1'11.706 0.107 0.056 218.944
5 3 Australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 29 1'12.153 0.554 0.447 217.587
6 77 Finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 27 1'12.255 0.656 0.102 217.280
7 11 Mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 16 1'12.903 1.304 0.648 215.349
8 27 Germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 21 1'12.946 1.347 0.043 215.222
9 8 France Romain Grosjean  Haas Ferrari 16 1'13.014 1.415 0.068 215.021
10 2 Belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Renault 21 1'13.034 1.435 0.020 214.962
11 31 France Esteban Ocon  Force India Mercedes 18 1'13.064 1.465 0.030 214.874
12 28 New Zealand Brendon Hartley  Toro Rosso Honda 24 1'13.076 1.477 0.012 214.839
13 14 Spain Fernando Alonso  McLaren Renault 19 1'13.225 1.626 0.149 214.402
14 55 Spain Carlos Sainz Jr.  Renault Renault 22 1'13.331 1.732 0.106 214.092
15 10 France Pierre Gasly  Toro Rosso Honda 19 1'13.334 1.735 0.003 214.083
16 16 Monaco Charles Leclerc  Sauber Ferrari 19 1'13.452 1.853 0.118 213.739
17 20 Denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 21 1'13.488 1.889 0.036 213.634
18 35 Russian Federation Sergey Sirotkin  Williams Mercedes 18 1'13.818 2.219 0.330 212.679
19 9 Sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 20 1'13.925 2.326 0.107 212.371
20 18 Canada Lance Stroll  Williams Mercedes 17 1'13.968 2.369 0.043 212.248

 

Articolo successivo
La Force India nega di aver favorito le Mercedes a Monaco con Ocon

Articolo precedente

La Force India nega di aver favorito le Mercedes a Monaco con Ocon

Articolo successivo

Tecnica Renault: l'ala anteriore molto scarica giova alla R.S.18

Tecnica Renault: l'ala anteriore molto scarica giova alla R.S.18
Carica i commenti