Mercedes: Wolff difende la strategia contrattuale per lo staff

condividi
commenti
Mercedes: Wolff difende la strategia contrattuale per lo staff
Di: Lawrence Barretto
Tradotto da: Marco Di Marco
20 gen 2018, 09:05

Il team principal della Mercedes ha difeso la linea contrattuale adottata per mantenere i membri della squadra replicando alle critiche di Abiteboul della Renault. Wolff ha elogiato il lavoro del team e soprattutto di James Allison.

Mercedes AMG F1 W08, Car of the Year 2017
Mercedes AMG F1 W08, Car of the Year 2017
Toto Wolff, Executive Director Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton con Toto Wolff
Dr. Dieter Zetsche, CEO Daimler AG e Toto Wolff, Direttore del Motorsport Mercedes AMG F1
Toto Wolff, Direttore del Motorsport Mercedes AMG F1
Toto Wolff, Direttore del Motorsport Mercedes AMG F1
Toto Wolff, Direttore Esecutivo Mercedes AMG F1, Niki Lauda, Presidente Non-Esecutivo, Mercedes AMG
Helmut Markko, Consultant, Red Bull Racing, with Toto Wolff, Executive Director Mercedes AMG F1

Abiteboul ha dichiarato come la Mercedes si stia comportando in modo poco corretto con riferimento al periodo di gardening che devono rispettare i tecnici della scuderia campione del mondo prima di poter passare ad un'altra squadra.

Il responsabile della Renault ha affermato come questa politica contrattuale aggressiva sia un male per la Formula 1 perché impedisce quella circolazione di conoscenze tra i vari team fondamentale per avere una griglia competitiva.

Toto Wolff non si è fatto pregare nel rispondere al manager francese, difendendo la Mercedes, ed affermando come le dichiarazioni di Abiteboul siano seguite all'impossibilità di aver portato in Renault un tecnico del team campione del mondo.

"E' semplicemente una questione di tenere insieme le parti importanti di una organizzazione per garantire la stabilità" ha dichiarato Wolff a Motorsport.com.

"In questo caso si trattava di un impiegato che aveva firmato un nuovo contratto e che Renault voleva nel suo staff. Questo non sarebbe stato possibile perché non avevamo un rimpiazzo".

La Mercedes ha già vissuto uno scossone nella propria organizzazione lo scorso anno quando Paddy Lowe ha lasciato il suo ruolo di direttore esecutivo per passare in Williams, mentre James Allison, dopo essere stato direttore tecnico in Ferrari, si è unito alla scuderia di Brackley.

Wolff ha affermato come il team sia riuscito ad affrontare questi cambiamenti in modo ottimale, conquistando per il quarto anno consecutivo il titolo riservato alle scuderie. Secondo il manager austriaco, queste affermazioni dimostrano il valore della propria squadra.

"E' la dimensione del nostro team il responsabile del successo, ma anche la resistenza ha avuto una grande influenza nel successo. Il team che abbiamo creato ha svolto un ottimo lavoro".

"Paddy aveva delle grandi qualità, ma la scelta di James Allison è stata la migliore mai presa".

"Il successo di un team di Formula 1 non è il successo di una singola persona come me o Niki, piuttosto la somma del lavoro di tutte le persone che lo compongono".

 

Prossimo articolo Formula 1
F.1 2018: le date da non perdere sui lanci delle vetture, sui test e i GP

Previous article

F.1 2018: le date da non perdere sui lanci delle vetture, sui test e i GP

Next article

Lancio Ferrari e Mercedes nello stesso giorno? Non è uno sgarbo di Wolff!

Lancio Ferrari e Mercedes nello stesso giorno? Non è uno sgarbo di Wolff!
Load comments

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team Mercedes Shop Now
Autore Lawrence Barretto
Tipo di articolo Intervista