F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Mercedes: raffreddamento massimo sulla freccia d'argento al Paul Ricard

condividi
commenti
Mercedes: raffreddamento massimo sulla freccia d'argento al Paul Ricard
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
20 giu 2019, 16:28

La squadra di Brackley ha aperto le branchie ai lati dell'abitacolo e lo sfogo dietro all'attacco dell'Halo al telaio, per contenere le forme della carrozzeria nel retrotreno e non penalizzare troppo l'efficienza aerodinamica della W10 in Francia dove è previsto un gran caldo.

Le previsioni meteo del GP di Francia indicano che non solo ci sarà il sole per tutto il weekend, ma che il caldo sarà destinato a crescere giorno per giorno fino a un picco nel giorno della gara che dovrebbe arrivare ai 30 gradi di aria. La Mercedes non si vuole far trovare impreparata avendo scelto la configurazione aerodinamica adatta al massimo raffreddamento.

Sulla W10, infatti, sono state aperte le branchie ai lati dell’abitacolo con ben cinque feritoie e si è ovviamente rivisto lo sfogo a forma di S in coda all’attacco dell’Halo, mentre non sembra esserci la volontà di aprire il camino sulla cresta della pinna come, invece, era successo puntualmente nel passato in occasione dei GP più caldi.

Le aperture a centro macchina per l’estrazione dell’aria calda dalle masse radianti permette alla Mercedes di mantenere una freccia d’argento piuttosto chiusa nel retrotreno: è vero che la parte terminale delle pance è a megafono, ma la carrozzeria resta abbondantemente al di sotto del triangolo superiore della sospensione garantendo una buona efficienza aerodinamica su un tracciato che dispone del lungo rettilineo del Mistral.

Articolo successivo
Vettel: "Il ricorso del Canada? Portiamo nuove prove che i commissari non avevano"

Articolo precedente

Vettel: "Il ricorso del Canada? Portiamo nuove prove che i commissari non avevano"

Articolo successivo

Ecco i nuovi colori del casco di Grosjean per il GP di Francia 2019

Ecco i nuovi colori del casco di Grosjean per il GP di Francia 2019
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie