Formula 1
30 apr
-
03 mag
Canceled
21 mag
-
24 mag
Canceled
04 giu
-
07 giu
Postponed
11 giu
-
14 giu
Postponed
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
105 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
147 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
161 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
175 giorni

Mercedes: bocciata la gomma hard, la strategia costruita era su un solo pit

condividi
commenti
Mercedes: bocciata la gomma hard, la strategia costruita era su un solo pit
Di:
13 mag 2019, 12:06

Hamilton e Bottas, anche se guadagnavano su Verstappen terzo, hanno girato per molte tornate in modalità di gestione: questo è il segno della superiorità devastante delle frecce d'argento vista a Barcellona. Perché il team della Stella non aveva preso in considerazione la gomma dura.

Abbiamo visto la vera Mercedes a Barcellona? I numeri in classifica dicono che meglio di così il tandem Hamilton-Bottas non poteva fare, ma la classifica finale non fotografa perfettamente quanto visto in pista.

Il margine di dieci secondi tra Hamilton e Bottas sul traguardo è ovviamente dovuto al reset avvenuto in regime di safety car, prima del quale Leclerc (terzo) aveva un ritardo di trenta secondi dal leader. Ma non è solo questo.

La safety car entrata in pista a venti giri dalla fine è stata una manna per chi aveva programmato la gara su una strategia a due soste, ma non era il caso della Mercedes che, infatti, ha portato in gara un solo set di gomme medie nuove.

Dopo il primo pit-stop sia Hamilton che Bottas hanno ridotto l’andatura (!) per arrivare a coprire quaranta giri con le gomme medie, ma nonostante fossero in una modalità di ‘gestione’, hanno comunque guadagnato sulla Red Bull di Verstappen, in pista con una strategia a due soste.

I long-run di venerdì avevano convinto Hamilton a scartare la gomma hard (scelta condivisa da Bottas) ed in effetti la scelta fatta dalla Ferrari con Leclerc non ha pagato in termini di ritmo.

La decisione di spostare la strategia di Charles da due ad una sosta, montando la gomma hard (prima della gara è sembrata chiaramente di due pit avendo tenuto due set di medie nuove) è stato un tentativo del box del Cavallino mirato a provare qualcosa di diverso, nella speranza che la pista (con la temperatura dell’asfalto a 44 gradi) si confermasse meno facile con chi aveva programmato due soste con le medie.

Ma anche senza la safety car, Leclerc non avrebbe potuto nulla contro la rimonta di Verstappen, che a 22 giri dalla fine (dopo il suo secondo pit-stop) era già a quattro secondi dal monegasco.

La gestione gara della Mercedes è stata anche semplificata dalla decisione della Red Bull di montare un secondo set di soft al primo pit-stop.

Una scelta che da una parte puntava ad avere uno stint breve e veloce per non correre il rischio di undercut da parte delle due Ferrari, ma allo stesso tempo ha reso nota la strategia dell’olandese, e questa è stata un’informazione molto utile alla Mercedes.

Le vicende di gara, con il congelamento della corsa a venti giri dal termine, è stato un reset generale che ha ovviamente richiamato ai box anche Hamilton e Bottas.

Solo quando la gara è ripresa si è visto il vero potenziale della W10 (con gomme soft, ma usate) nel momento in cui il team ha concesso un tentativo a Bottas ed Hamilton per puntare al giro più veloce. I tempi arrivati sono stati mostruosi: 1’18”492 per Lewis, 1’18”737 per Valtteri, con il più vicino degli avversari (Verstappen) a 1”277 di distacco…

Scorrimento
Lista

La Safety Car precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, e Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

La Safety Car precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, e Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
1/21

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, precede Robert Kubica, Williams FW42

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, precede Robert Kubica, Williams FW42
2/21

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10 guida nel Parc Ferme

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10 guida nel Parc Ferme
3/21

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, saluta Mansour Ojjeh, co-owner, McLaren

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, saluta Mansour Ojjeh, co-owner, McLaren
4/21

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10 guida Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10 as Sebastian Vettel, Ferrari SF90 chiude all'inizio della gara

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10 guida Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10 as Sebastian Vettel, Ferrari SF90 chiude all'inizio della gara
5/21

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 festeggia sul podio con lo champagne

Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 festeggia sul podio con lo champagne
6/21

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

In prima linea Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1

In prima linea Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
7/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, esce dalla sua monoposto dopo le Qualifiche

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, esce dalla sua monoposto dopo le Qualifiche
8/21

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Il vincitore della gara guida oltre il traguardo sventolando la bandiera a scacchi con la Mercedes AMG F! Team festeggia

 Il vincitore della gara guida oltre il traguardo sventolando la bandiera a scacchi con la Mercedes AMG F! Team festeggia
9/21

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 festeggia con il suo team al Parc Ferme

Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 festeggia con il suo team al Parc Ferme
10/21

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
11/21

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
12/21

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, inspeziona la sua monoposto dopo aver conquistato il secondo posto in qualifica

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, inspeziona la sua monoposto dopo aver conquistato il secondo posto in qualifica
13/21

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
14/21

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Il casco di Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1

Il casco di Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
15/21

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
16/21

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
17/21

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
18/21

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1
19/21

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, lascia il garage

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, lascia il garage
20/21

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Meccanici al lavoro sulla monoposto di Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, nel garage

Meccanici al lavoro sulla monoposto di Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, nel garage
21/21

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Articolo successivo
Nikita Mazepin debutta sulla Mercedes W10 nei test di Barcellona

Articolo precedente

Nikita Mazepin debutta sulla Mercedes W10 nei test di Barcellona

Articolo successivo

Ferrari: Mattia Binotto non si tocca, la Rossa quasi certamente sì

Ferrari: Mattia Binotto non si tocca, la Rossa quasi certamente sì
Carica i commenti