Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
26 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
66 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
98 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
105 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
115 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
122 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
136 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
150 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
178 giorni
02 set
Prossimo evento tra
185 giorni
09 set
Prossimo evento tra
192 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
206 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
213 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
220 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
234 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
241 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
277 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
286 giorni

Mercato F1: Vettel e Hamilton due rinnovi a motori spenti

Entro la fine del mese di aprile tanto Ferrari che Mercedes vorranno delle risposte dai rispettivi piloti che stanno discutendo un rinnovo. Seb pronto a restare dov'è anche a fronte di un sensibile taglio dello stipendio. Altrimenti sono pronte le alternative di Ricciardo e Sainz.

condividi
commenti
Mercato F1: Vettel e Hamilton due rinnovi a motori spenti

Tutto è fermo in Formula 1. Le uniche attività operative si svolgono in videoconferenza o telefonicamente, ma questo non vuol dire che si tratti di aspetti di secondaria importanza. Tutto è fermo ma qualcosa si muove, e parliamo di mercato piloti, che come da tradizione inizia dai nomi di spicco per poi scendere in cascata verso il resto della griglia di partenza.

Come da tradizione è la scadenza temporale del Gran Premio di Monaco a far entrare nel vivo (o a concludere) le prime trattative, ma al di là di una consuetudine che nel tempo si è ridimensionata, resta la certezza che i ‘big’ si muovono con grande anticipo, e il 2020 (nonostante le difficoltà che la Formula 1 sta vivendo) non fa eccezione.

Diversi rumors raccolti negli ultimi giorni confermano che sia Lewis Hamilton che Sebastian Vettel dovranno comunicare le loro intenzioni ai rispettivi team entro la fine del mese di aprile, confermando o meno le condizioni concordate nelle trattative già svolte. In apparenza non c’è fretta, ma in realtà ci sono meccanismi che mettono pressione alle squadre di vertice.

La situazione Ferrari è un esempio. Mattia Binotto ha confermato che la prima scelta della Scuderia è quella del prolungamento di contatto a Vettel, intenzione confermata da un’offerta già posta sul tavolo delle trattative.

Seb dovrà accettare una riduzione dell’ingaggio e i negoziati sono iniziati con la proposta di un anno di contratto. È ipotizzabile che Vettel possa rilanciare con un biennale, come è prassi sul tavolo delle trattative, ma il punto in questo momento è un altro: il tedesco dovrà dare una risposta in fretta, consentendo alla Ferrari di non farsi trovare scoperta in caso di risposta negativa.

Le alternative al rinnovo di Vettel sono abbastanza chiare. C’è Daniel Ricciardo, che piace molto a Maranello, ma lo stesso australiano dovrà comunicare alla Renault le sue intenzioni, e da qui la necessità di vederci chiaro in tempi brevi.

Lo stesso vale per Carlos Sainz, che da tempo ha sul tavolo una proposta di rinnovo della McLaren, e che a sua volta non potrà andare troppo per le lunghe. L’unica soluzione che può permettere alla Ferrari di agire senza fretta è quella interna, ovvero Antonio Giovinazzi, che è già terzo pilota del Cavallino ed è contrattualmente legato a Maranello.

Stessa situazione in casa Mercedes. Ovviamente la squadra spera di confermare Hamilton con un biennale, che porterebbe Lewis a dieci stagioni consecutive nel team, ma in attesa del ‘si’ definitivo Toto Wolff è obbligato ad avere delle alternative. Anche in questo caso c’è la soluzione interna (George Russell), ma se fossero valutate candidature esterne al vivaio il tempo non è poi tanto.

Ecco perché il mese di aprile diventa cruciale per sistemare i tasselli principali di un mosaico complesso. In assenza di gare la tendenza sarà quella della stabilità, le squadre chiederanno ai piloti un taglio dei compensi 2020 (in alcuni casi questa operazione è già stata fatta) ed è probabile che come contropartita arrivi la proposta di rinnovo per una o due stagioni.

Sarà uno degli effetti dello stallo attuale, che porterà un mercato piloti che si preannunciava tra i più animati degli ultimi anni (ad oggi solo Verstappen, Leclerc e Ocon hanno ufficialmente un contratto per il 2021) ad una serie di riconferme per dare stabilità ad un futuro ad oggi ancora poco chiaro.

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
1/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
2/21

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
3/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
4/21

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1, e Daniel Ricciardo, Renault F1 in conferenza stampa

Sebastian Vettel, Ferrari, Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1, e Daniel Ricciardo, Renault F1 in conferenza stampa
5/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
6/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, fermo ai box

Sebastian Vettel, Ferrari, fermo ai box
7/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
8/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
9/21

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
10/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1, in conferenza stampa

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1, in conferenza stampa
11/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
12/21

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
13/21

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Fan di Lewis Hamilton

Fan di Lewis Hamilton
14/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pit board per Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1

Pit board per Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
15/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
16/21

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1 nel garage

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1 nel garage
17/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1 in conferenza stampa

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1 in conferenza stampa
18/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
19/21

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11 EQ Power+

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11 EQ Power+
20/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11 EQ Power+

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11 EQ Power+
21/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Silverstone a rovescio? Una pazzia. Monza non ci pensa

Articolo precedente

Silverstone a rovescio? Una pazzia. Monza non ci pensa

Articolo successivo

F1 Stories: il debutto di Michael Schumacher nel 1991

F1 Stories: il debutto di Michael Schumacher nel 1991
Carica i commenti