McLaren: un quarto posto che vale di più del valore della MCL34

condividi
commenti
McLaren: un quarto posto che vale di più del valore della MCL34
Di:
Co-autore: Jonathan Noble
19 ago 2019, 13:49

Andreas Seidl, team principal della McLaren, crede che l'attuale quarto posto che rende il team leader a centro gruppo in F1 non sia solo una questione legata alle prestazioni della MCL34.

Dopo aver conquistato 82 punti prima della pausa, più di quanti ne abbia raccolti nell'intera stagione 2018, la McLaren è quarta nel Mondiale Costruttori, con quasi il doppio dei punti della Toro Rosso che la segue in quinta posizione.

Sebbene Toro Rosso e Racing Point abbiano ottenuto dei migliori piazzamenti singoli in questa stagione, la McLaren è stata la sola squadra a riuscire ad andare a punti con entrambe le vetture in quattro occasioni, senza che nessuno dei rivali invece ci riuscisse per più di due volte.

Leggi anche:

"Siamo quarti, che al momento è fantastico, ma non è solo per le prestazioni della nostra vettura" ha detto Seidl a Motorsport.com. "Le performance sono state in media tra la quarta e la settima posizione".

"Ma abbiamo anche altri aspetti su cui siamo particolarmente competitivi, come ad esempio le partenze, i pit stop, la strategia, ma anche i nostri piloti, che ci hanno fatto fare sempre dei buoni punti. In qualche modo siamo sempre stati tra la quarta e la sesta posizione, mentre altri team hanno avuto più alti e bassi".

Il performance director, Andrea Stella, ritiene che la MCL34 faccia parte di un gruppetto di cinque vetture che si inseriscono in uno spazio molto ristretto a livello di ritmo gara, con la Racing Point che si è recentemente aggiunta a Renault, Toro Rosso, Haas, Alfa Romeo e appunto McLaren.

"Quando esegui una valutazione delle prestazioni, che non corrisponde sempre ai punti del campionato, non devi guardare al risultato finale della gara, ma a quelle che pensi che sia il tuo potenziale" ha spiegato.

"Identifichiamo sempre una banda molto ristretta nella quale si possono posizionare cinque squadre. Probabilmente anche sei, perché pure la Racing Point ha fatto dei progressi".

"Dal punto di vista delle prestazioni, è una lotta molto ristretta, potenzialmente un paio di decimi, quindi si capisce immediatamente quanti altri fattori ci siano ad incidere per andare a punti".

"Detto questo, vogli menzionare un concetto che mi interessa molto, ovvero che dobbiamo continuare ad essere umili, perché non abbiamo ancora ottenuto troppo".

Seidl ha poi aggiunto che la McLaren non ha dubbi nel suo desiderio di andare a caccia del quarto posto nel Costruttori, anche se impostare la squadra in maniera tale che possa continuare a progredire è una priorità superiore.

"Ad essere onesti, è molto più importante che abbiamo fatto questo passaggio dall'anno scorso a quest'anno, mettendo insieme la nostra visione di come vogliamo avvicinarci al futuro ed è importante fare il prossimo passo con la vettura del 2020".

"E' ovvio che ora vogliamo il quarto posto, perché ci siamo, ma per me l'attenzione è focalizzata più ad assicurarci di fare il prossimo passo nella direzione giusta".

Informazioni aggiuntive di Edd Straw

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, in the pits

Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, in the pits

Photo by: Sam Bloxham / LAT Images

Articolo successivo
Horner: "Penalità in Austria? Avremmo perso i principi delle corse"

Articolo precedente

Horner: "Penalità in Austria? Avremmo perso i principi delle corse"

Articolo successivo

Russell: "L'odio dei polacchi nei miei confronti è doloroso"

Russell: "L'odio dei polacchi nei miei confronti è doloroso"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team McLaren Acquista adesso
Autore Valentin Khorounzhiy