Formula 1
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
52 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
59 giorni
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
73 giorni
G
GP della Cina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
87 giorni
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
101 giorni
07 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
108 giorni
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
122 giorni
G
GP d'Azerbaijan
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
136 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
Prossimo evento tra
143 giorni
G
GP di Francia
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
157 giorni
02 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
164 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
178 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
192 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
220 giorni
03 set
-
06 set
Prossimo evento tra
227 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
Prossimo evento tra
241 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
248 giorni
G
GP del Giappone
08 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
262 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
276 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
283 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
297 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
311 giorni

McLaren pianifica un grande passo avanti con il nuovo simulatore

condividi
commenti
McLaren pianifica un grande passo avanti con il nuovo simulatore
Di:
Co-autore: Jonathan Noble
12 dic 2019, 10:18

La McLaren punta a far debuttare nel 2020 il suo nuovo simulatore, che secondo il direttore tecnico James Key rappresenta un grande passo avanti rispetto al suo predecessore.

Sebbene il 2019 abbia rappresentato la miglior stagione da diversi anni a questa parte, la squadra di Woking è ancora sottoposta ad un'importante revisione sotto alla nuova gestione del team principal Andreas Seidl e di Key, arrivato dalla Toro Rosso.

Anche se il simulatore della McLaren a suo tempo era stato un di quelli più all'avanguardia, Key riconosce che lo sviluppo di uno nuovo era fondamentale alla luce dei progressi tecnologici che ci sono stati in questo settore.

"Abbiamo un nuovo simulatore" ha detto Key presentando ai media i piani futuri della McLaren. "E' un passo avanti enorme rispetto a quello che usavamo prima".

"La McLaren è stata tra i pionieri di questo settore, ma abbiamo riconosciuto che c'è stata una grande evoluzione, quindi è un grande progetto interno alla squadras. Spero che sia pronto il prossimo anno".

Per quanto riguarda i piloti, la McLaren ha utilizzato molto a lungo il pilota di Formula E Oliver Turvey, ma recentemente ha sfruttato anche Sergio Sette Camara ed il suo portacolori negli Esport, Rudy van Buren.

Leggi anche:

Key ha proseguito: "Il simulatore è completamente nuovo. Anzi è una cosa del tutto diversa".

"La tecnologia si è evoluta molto ed ora la maggior parte dei team riconosce i limiti dei simulatori di prima e di seconda generazione".

"Di conseguenza, quelli di terza generazione sono degli 'animali' abbastanza diversi, la tecnologia che li coinvolge è completamente diversa".

Quando gli è stato domandato da Motorsport.com quali siano i miglioramenti introdotti da questi simulatori di terza generazione, Key ha detto: "Una miglior rappresentazione del modello della vettura ed un'elaborazione più rapida. In questo modo è possibile aggiungere più dimensioni".

"La cosa principale è che la macchina è multidimensionale, nel senso che è una mappa aerodinamica con diverse superfici che in qualche modo interagiscono tra loro. Lo stesso vale con le gomme e con certi aspetti sia del motore che delle sospensioni".

"Più potenza di elaborazione ottieni, più sei in grado di combinare tutti gli effetti e replicare meglio ciò che fa l'auto".

"Quindi, con la tecnologia che si è sviluppata, devi solo darti da fare con la matematica e cercare di realizzare un modello più rappresentativo".

"In combinazione con questo, penso che tutti i team comprendano sempre meglio ciò che un pilota deve davvero provare per replicare il comportamento della vettura, visto che non è possibile generare gli stessi livelli di G".

"Penso che i simulatori precedenti fosse molto buoni per certi aspetti, ma deboli in altri. Quindi stiamo affrontando questi punti deboli per migliorarli. In definitiva, si lavora per dare una rappresentazione migliore della vettura".

Articolo successivo
Scambio Rossi-Hamilton: ecco il video ufficiale di Valencia

Articolo precedente

Scambio Rossi-Hamilton: ecco il video ufficiale di Valencia

Articolo successivo

Ferrari: la presentazione della Rossa 2020 sarà l'11 febbraio

Ferrari: la presentazione della Rossa 2020 sarà l'11 febbraio
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Valentin Khorounzhiy