F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

McLaren: ecco la sospensione con il doppio bracket che segue l'idea Mercedes

condividi
commenti
McLaren: ecco la sospensione con il doppio bracket che segue l'idea Mercedes
Di:
20 giu 2019, 10:36

La squadra di Woking cerca delle soluzioni per mandare in temperatura le gomme anteriori che, come sulla Ferrari, fanno fatica a lavorare nella giusta finestra: sulla MCL 34 debutta in Francia una nuova sospensione anteriore con un bracket anche sul puntone del push rod.

La crescita della McLaren è indiscutibile: quest’anno il team di Woking appare in netta ripresa e non a caso occupa il quarto posto della classifica Costruttori. La MCL34 è una monoposto in continua evoluzione.

Anche se in Canada le due macchine non sono finite a punti (Norris ha patito un principio di incendio ai freni che ha generato la rottura della sospensione posteriore destra) il salto di qualità prestazionale è evidente.

Dettaglio della sospensione anteriore col doppio bracket di Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34

Dettaglio della sospensione anteriore col doppio bracket di Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34

Photo by: Giorgio Piola

Nel garage del Paul Ricard si è potuta notare una importante novità che riguarda la sospensione anteriore: l’attacco del puntone del push rod solo sulla macchina di Carlos Sainz non è più ancorato al porta mozzo anteriore, ma è infulcrato a un lungo bracket sporgente.

La McLaren è una delle vetture che accusa una certa carenza di carico anteriore per cui in certi circuiti fa fatica a mandare in temperatura gli pneumatici nella corretta finestra di utilizzo: la modifica alla sospensione consente di avere una migliore impronta a terra perché la MCL34 si abbassa da un lato quando lo sterzo è girato.

I tecnici inglesi, quindi, hanno seguito il concetto di sospensione della Mercedes: quando hanno presentato la macchina c’era il pivot che rendeva asimmetrici i due triangoli anteriori con quello superiore disassato verso il posteriore e rialzato.

Ora è stato introdotto anche il secondo concetto della squadra di Brackley: sarà interessante vedere se Lando Norris e Carlos Sainz trarranno degli ulteriori vantaggi nella gestione delle gomme anteriori.

Articolo successivo
Ecco cosa ci si può aspettare dal Gran Premio di Francia

Articolo precedente

Ecco cosa ci si può aspettare dal Gran Premio di Francia

Articolo successivo

Ferrari: ecco la nuova ala anteriore che servirà alla riscossa della SF90

Ferrari: ecco la nuova ala anteriore che servirà alla riscossa della SF90
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie