Mazzola: "Schumi era incredulo per i tempi di Valentino con la Ferrari"

Luigi Mazzola, uno degli ingegneri che avevano seguito i test di Valentino Rossi con la Ferrari di Formula 1, ha rivelato che Michael Schumacher era davvero stupito dal talento del pesarese.

Tra il 2005 ed il 2009, il "Dottore" ha svolto diversi test al volante di una monoposto del Cavallino Rampante e, come lui stesso ha riconosciuto, stava valutando la possibilità di lasciare la MotoGP per approdare in Formula 1.

Alla fine, Rossi ha scelto di rimanere nella competizione che lo ha reso una leggenda, chiudendo quel capitolo in maniera definitiva.

"E' stato molto bello e si è visto il potenziale che potevo avere. Ma sinceramente non me la sono sentita di lasciare le moto, perché sapevo che c'erano ancora diversi anni buoni davanti a me, oltre ad essere molto rischioso" aveva detto il pilota di Tavullia.

Quasi un decennio dopo, emergono ancora dei dettagli su quei test, che crearono tante aspettative e punzecchiarono anche la curiosità di Michael Schumacher.

Questa volta a parlarne è stato Mazzola, un ingegnere che ha vinto l'età d'oro della Scuderia e che era stato il responsabile dei test di Valentino.

"Non ricordo esattamente quanti test facemmo con Valentino Rossi in Ferrari, di sicuro almeno sette. Al primo Valentino entrò in pista e fece una decina di testacoda, all’ultimo faceva dei tempi incredibili e ricordo che Michael Schumacher, che era con me in telemetria, aveva uno sguardo attonito, quasi incredulo" ha scritto ieri il tecnico sulla sua pagina Facebook.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1 , MotoGP
Piloti Michael Schumacher , Valentino Rossi
Team Ferrari
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag f1, ferrari, maranello, michael schumacher, valentino rossi