Mazepin: “Non volevo che l’incidente con Lewis influenzasse la lotta al titolo”

Nikita Mazepin non voleva che l’incidente avvenuto durante le FP3 a Jeddah potesse influenzare le possibilità di Lewis Hamilton di lottare per titolo, e ha detto che il pilota della Mercedes si sentiva molto dispiaciuto per quello che è successo.

Mazepin: “Non volevo che l’incidente con Lewis influenzasse la lotta al titolo”

Nikita Mazepin è stato costretto a fare una manovra ad alta velocità durante le ultime prove del Gran Premio dell'Arabia Saudita dopo aver chiuso su Lewis Hamilton, che era in un giro lento, alla Curva 8, cieca a sinistra. I commissari hanno indagato sull'incidente e hanno dato a Hamilton una reprimenda, oltre a multare la Mercedes di 25.000 euro. È emerso che la Mercedes non aveva avvisato Hamilton che Mazepin stava chiudendo dopo aver dato un avvertimento di 10 secondi.

Al termine delle qualifiche di Jeddah, Hamilton ha spiegato che non aveva idea di dove fosse Mazepin, e che le curve cieche hanno reso difficile gestire il traffico intorno alla pista: “Ieri nel briefing dei piloti ho detto che penso che ci fosse un potenziale per questo, quindi probabilmente dovremmo mantenere una velocità minima ovunque, come hanno fatto per le curve da 22 a 27, ma l'hanno fatto solo per quelle. Mi sono scusato con Nikita”.

Mazepin non si è soffermato sull'incidente, dicendo che non rappresentava un grosso problema da parte sua, e ha rivelato che Hamilton gli aveva mandato un messaggio per chiedere scusa. “Si è sentito molto dispiaciuto per quello che è successo, e ha detto che non è stato il miglior lavoro fatto dalla loro parte”, ha detto Mazepin. "È davvero bello vedere la generazione esperta e più anziana prestare attenzione a queste cose. In F2 potresti non avere mai un pilota che ci pensa, dove in F1, il sette volte campione del mondo lo è. Quindi questo è davvero gentile da parte sua".

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

Qualsiasi sanzione oltre una reprimenda avrebbe potuto avere un impatto sulla battaglia per il titolo di Hamilton con il rivale della Red Bull Max Verstappen, che si trova in vetta alla classifica con otto punti di vantaggio quando mancano due gare al termine della stagione. Mazepin ha anche minimizzato la necessità di una sanzione maggiore, dicendo che non avrebbe voluto che l'incidente potesse avere un impatto sulle possibilità di titolo di Hamilton.

"Mi piace molto Lewis, e gli auguro davvero tutto il meglio possibile nella sua lotta per il titolo", ha detto Mazepin. “Non vorrei che fosse penalizzato per qualcosa che era insieme a me. Sono al mio primo anno in Formula 1. Probabilmente si stava concentrando sui suoi regolatori del volante e pensando a come trovare un po' di tempo sul giro per le qualifiche. Se il costo è stato per me di non completare uno dei miei giri in FP3, va bene così".

Informazini aggiuntive di Alex Kalinauckas

condividi
commenti
Ferrari: Leclerc strepitoso, ha ripagato il lavoro della squadra
Articolo precedente

Ferrari: Leclerc strepitoso, ha ripagato il lavoro della squadra

Articolo successivo

F1 | GP Arabia Saudita: la griglia di partenza

F1 | GP Arabia Saudita: la griglia di partenza
Carica i commenti