Masi: "Potremmo modificare le regole della Sprint Qualifying"

Michael Masi ha affermato come le regole stabilite per la prima Sprint Qualifying che si terrà a Silverstone potrebbero cambiare in occasione dei prossimi eventi per correggere eventuali lacune.

Masi: "Potremmo modificare le regole della Sprint Qualifying"

Il regolamento sportivo della FIA è stato sostanzialmente modificato per incorporare le complessità della Sprint Qualifying che debutterà a Silverstone il prossimo fine settimana per poi essere ripetuta a Monza e in un'altra sede ancora da indicare.

La FIA, la F1 e le squadre sono state tutte coinvolte nel perfezionamento delle regole attraverso una serie di incontri negli ultimi mesi. Mentre il formato di base è stato stabilito in una fase iniziale, i dettagli come le restrizioni del parco chiuso e le sanzioni da applicare hanno richiesto un po' di tempo per essere finalizzate.

Tuttavia, dopo un incontro con le squadre avvenuto in Austria la scorsa settimana, la versione definitiva è stata inviata al World Motor Sport Council, e dovrebbe ricevere l'approvazione oggi. Nonostante l'enorme sforzo richiesto per individuare eventuali scappatoie e anomalie, Masi ha ammesso che ulteriori modifiche potrebbero ancora essere necessarie.

Quando Motorsport.com gli ha chiesto se la FIA sia disposta a modificare le regole della Sprint Qualifiying il direttore di gara ha risposto: "Assolutamente. Penso che siamo stati molto fortunati per aver avuto un approccio assolutamente collaborativo dall'inizio dell'anno".

"Abbiamo avuto numerosi incontri, coinvolgendo tutti i direttori sportivi dei team, noi della FIA, e ovviamente la F1. Abbiamo cercato di perfezionare il tutto lasciando il tempo necessario affinché tutti potessero dare un'altra rilettura per poi apportare altre piccole modifiche".

"Tutti hanno ragionato a mente aperta così da evidenziare eventuali problematiche non pensate in precedenza. Adotteremo questo modo di pensare anche dopo il primo evento così da capire cosa ha funzionato, cosa non ha funzionato, e quali aree dovranno essere raffinate".

"Onestamente, per tutti i soggetti coinvolti, si è trattato di qualcosa di nuovo I regolamenti, tradizionalmente, sono stati strutturati in un formato molto specifico e non hanno mai preso in considerazione una Sprint Qualifyng".

"Tutti sono stati abbastanza aperti e hanno affermato come sarà fondamentale lavorare insieme e vedere cosa accadrà".

condividi
commenti
McLaren preoccupata: Norris è a rischio di saltare un GP
Articolo precedente

McLaren preoccupata: Norris è a rischio di saltare un GP

Articolo successivo

Calendario F1: il GP del Giappone nella mani della Honda

Calendario F1: il GP del Giappone nella mani della Honda
Carica i commenti