Whitmarsh chiede un chiarimento regolamentare

Whitmarsh chiede un chiarimento regolamentare

Il boss della McLaren non si limita a criticare le ali flessibili, ma anche il fondo che striscia

Martin Whitmarsh non ci sta: dopo le qualifiche del Gp di Ungheria in cui le due Red Bull Racing hanno fatto il bello e cattivo tempo, il team principal della McLaren vuole chiedere una chiarificazione delle regole ai tecnici della FIA. Il responsabile del team di Woking ha rilasciato alla televisione inglese una dichiarazione che ha lasciato molti dubbi sulla legalità dell'ala anteriore flessibile della Red Bull dopo che Sebastian Vettel e Mark Webber ha dominato la sessione cronometrata del Gp. Whitmarsh non capisce come la RB6 possa superare le verifiche tecniche rigorose della FIA: "Guardando la classifica dei tempi posso dire che siamo i più veloci fra le monoposto dotate di ala fissa. Non posso commentare in altro modo, perché è così che ci sentiamo". Il fatto è che non ci sono solo le ali flessibili, ma si vede un assetto picchiato della Red Bull che permette anche al fondo di strisciare sull'asfalto... "Appunto, ma se esiste una normativa che prevede che l'ala anteriore debba stare ad almeno 88 millimetri dal suolo, non si capisce come possa strisciare sulla pista. C'è qualcosa che non quadra, per cui è giunto il momento di chiedere alla FIA un chiarimento su ciò che è permesso e ciò che è vietato". Saranno in molti ad aspettare una risposta con grande curiosità...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio di Ungheria
Circuito Hungaroring
Articolo di tipo Ultime notizie