Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
28 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
68 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
100 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
107 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
117 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
124 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
138 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
152 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
180 giorni
02 set
Prossimo evento tra
187 giorni
09 set
Prossimo evento tra
194 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
208 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
222 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
243 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
279 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
288 giorni

Marko: “Perez scelto anche per l’esperienza con motore Mercedes”

Red Bull afferma che la vasta esperienza di Sergio Perez con il motore Mercedes di Formula 1 ha rappresentato un fattore importante nel momento di scegliere messicano come pilota per la stagione 2021.

condividi
commenti
Marko: “Perez scelto anche per l’esperienza con motore Mercedes”

Sergio Perez sostituirà Alex Albon nel team Red Bull e la stessa squadra ha dichiarato che quanto mostrato dal messicano nella seconda metà della stagione 2020 è stato impossibile da ignorare. Parlando in esclusiva con Motorsport.com riguardo i motivi per cui Perez è diventato la prima scelta di Milton Keynes, Helmut Marko ha spiegato che non è stato tutto merito solo della velocità dell’ormai ex pilota Racing Point.

“La prima cosa che è saltata all’occhio è stata l’incredibile ascesa – afferma Marko – credo che questa sia stata sicuramente la sua migliore stagione in Formula 1. Questo è un aspetto. L’altro riguarda la gara che ha vinto. George Russell non è riuscito ad avvicinarsi a sufficienza, a dispetto delle gomme migliori che montava in quel momento”.

“Poter giudicare questo ritmo, riuscire a guidare in maniera abbastanza veloce da tenere l'avversario sotto controllo senza sovraccaricare le gomme, questo Perez lo ha dimostrato molto bene in un paio di gare. Ha avuto anche un po' di sfortuna, ad esempio in Bahrain, quando si è ritirato mentre era terzo. Poi c’è il fatto che ha corso per molte stagioni con il motore Mercedes e ne conosce la guidabilità e la reattività. Tutte queste cose parlano al suo posto. Nico Hulkenberg è stato l’ultimo con la Renault. Probabilmente non si possono sfruttare le tre gare in cui ha corso con il motore Mercedes, perché era più impegnato a sistemare la monoposto che a raccogliere dati”.  

Marko ha detto che la Red Bull ha ritenuto di doversi proiettare verso il 2021 con una line-up di piloti più forte per tenere lontane le crescenti minacce di squadre come McLaren e Renault, ma anche per avvicinarsi di più alla Mercedes ed intimidirla: “Si deve presumere che la McLaren farà un passo avanti con il motore Mercedes, e che la Renault e la Ferrari probabilmente verranno anche loro. Se sei indietro di cinque decimi nelle qualifiche, non sei quarto, sei settimo o ottavo. Questo ti rende inutile per la squadra, nel senso che non puoi essere usato per giochi strategici. Ad Abu Dhabi, Mercedes non poteva fare nulla a livello di strategia o solo con molto rischio. Sarebbe stato Bottas a mettere le gomme morbide, ma sarebbe finito dietro ad Albon e sorpassare sulla pista di Abu Dhabi è notoriamente difficile”.

“Dato che Albon ha fatto un’ottima gara ed era molto vicino alla Mercedes, non hanno potuto giocare la loro solita strategia. Vogliamo tornare ad essere campioni del mondo l'anno prossimo. Quindi abbiamo bisogno di una coppia forte, con la quale possiamo tirare giocare tutte le carte anche in termini di strategia”.

La Red Bull dice che non si aspetta che Perez entri in squadra e batta regolarmente Verstappen, ma vuole che sia a portata di mano dell'olandese: “Perez deve essere a portata di mano di Max in assetto da gara. Vedremo in qualifica, visto che nessuno è ancora riuscito a raggiungere il suo livello. Potrebbe essere un massimo di due decimi, forse anche meno. Abbiamo bisogno di una forza come squadra che ci permetta di lottare contro la Mercedes con due piloti. Mi aspetto che saremo di nuovo gli avversari della Mercedes. Se Bottas non ha una giornata così brutta come quella del Bahrain, svolge molto bene il suo ruolo. Ci aspettiamo lo stesso da Perez”.

Segreto Red Bull: Honda in rilascio carica più energia

Articolo precedente

Segreto Red Bull: Honda in rilascio carica più energia

Articolo successivo

F1: il riassunto della stagione 2020 in dieci punti

F1: il riassunto della stagione 2020 in dieci punti
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Sergio Pérez Mendoza
Team Red Bull Racing
Autore Jonathan Noble