McLaren: c'è preoccupazione per il cambio

McLaren: c'è preoccupazione per il cambio

Anche se Lewis Hamilton assicura che è stato trovata la causa del ritiro in Ungheria

Alla McLaren le ferie sono finite all'inizio della settimana: tutta la squadra è impegnatissima a Woking per cercare di colmare il gap tecnico emerso in Ungheria con Red Bull e Ferrari. I tecnici stanno lavorando duramente per trarre dalla Mp4-25 tutto il potenziale disponibile, dal momento che Martin Whitmarsh, team principal McLarem è convinto che la monoposto non abbia ancora espresso il meglio nella configurazione degli scarichi bassi che siffiano sul diffusore. "La pausa estiva è stata estremamente positiva per riflettere e riposare, in modo da presentarci molto carichi alla ripresa di Spa e inoltre l'inattività si è rivelata molto utile per effettuare alcuni lavori di manutenzione alla galleria del vento, che ci dovrebbe garantire una migliore calibrazione". Martin non lo dice ma nel reparto corse c'è apprensione per la rottura che ha fermato Hamilton in Ungheria: "Abbiamo analizzato le cause - ha detto Lewis - credo che ne abbiamo individuato la ragione, per cui siamo sicuri che non debba più accadere". Il moretto all'esterno mostra sicurezza, mentre a Woking sono consapevoli che una nuoa rottura potrebbe significare l'addio alle speranze mondiali: nel Technocentre è iniziata un'approfondita indagine sulle parti meccaniche del cambio con una bonifica di tutti i pezzi. La trasmissione nuova dovrà durare quattro Gp per cui alla McLaren devono decidere se apportare delle modifiche, oppure no, visto che il cambio non ha mai dato alcuna preoccupazione durante l'anno, non solo sulla vettura ufficiale, ma nemmeno sulla Force India che dispone dello stesso retrotreno.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton
Articolo di tipo Ultime notizie