Lotus Renault multata per errata comunicazione

Lotus Renault multata per errata comunicazione

Alla ripartenza della safety car Senna ha toccato Perez: non sapeva che Sergio era un giro davanti a lui

Giornata da dimenticare per la Lotus Renault: Bruno Senna ha concluso il Gp di Singapore al 15. posto, due piazze davanti al compagno di squadra, Vitaly Petrov. Insomma un disastro per il team di Enstone che ha iniziato la stagione con una monoposto molto innovativa come la R31 che prometteva grandi cose. Il week end è stato completato da una multa di 7.500 euro che è stata sanzionata dai commissari sportivi della FIA per il comportamento del pilota brasiliano durante la safety car. Il team Lotus Renault, infatti, è stato accusato di non aver avvisato il pilota Bruno Senna su quale era la sua effettiva posizione di classifica. Bruno era preceduto dalla Sauber - Ferrari di Sergio Perez alla ripartenza dopo che la safety car era entrata in pista a seguito dell'incidente di Michael Schumacher (che era entrato in collisione proprio con il giovane messicano): il muretto della Lotus Renault ha detto a Senna che era in battaglia con la Sauber - Ferrari, mentre il pilota messicano era realmente un giro avanti rispetto al brasiliano. Secondo la FIA l'incidente era evitabile se solo la squadra di Boullier avesse comunicato al sul pilota l'esatta posizione in pista, ragione per cui ha inflitto la multa al team di Enstone.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Bruno Senna
Articolo di tipo Ultime notizie