Addio Frank Williams
Topic

Addio Frank Williams

L'omaggio dell'amico Patrick Head a Sir Frank Williams

Frank Williams è morto all'età di 79 anni domenica. Uno dei personaggi con cui ha condiviso i suoi tanti successi in Formula 1 è Patrick Head, che lo ha ricordato così, parlando dell'inizio del loro lavoro insieme.

L'omaggio dell'amico Patrick Head a Sir Frank Williams

Ho incontrato Frank alla fine del 1975. Avevo lavorato alla Lola Cars nei primi anni '70 per tre anni, dopo una laurea in ingegneria all'University College di Londra, e dopo essere stato coinvolto in un progetto di sviluppo di motori Volkswagen Super Vee e poi nella progettazione della Scott F2. Avevo poi lavorato part-time con Ron Tauranac alla Trojan Cars mentre costruivo una barca nei docks del Surrey, e ricevetti una chiamata per incontrare Frank nei suoi stabilimenti a Reading.

Non sapevo nulla di Formula 1, o di Frank Williams, ma ero completamente al verde e fui felice di accettare la sua offerta di unirmi alla lunga serie di designer che aveva lavorato per lui.

Una settimana dopo aver iniziato, fu concluso l'accordo con Walter Wolf e con esso arrivarono Harvey Postlethwaite e le vetture della Hesketh. Mi furono offerte 500 sterline per andarmene o per rimanere a lavorare sotto Harvey. Questo è stato un grande anno di apprendimento per me, e ho avuto l'opportunità di osservare senza essere nella linea di tiro diretta.

All'inizio del 1977 Frank partì, ero con Jody Scheckter e un piccolo test team a Kyalami, in Sudafrica, e ricevetti una telefonata da Frank che diceva che stava ricominciando, e se volevo unirmi a lui. Era un grande passo per me, ma l'entusiasmo e l'impegno totale di Frank erano contagiosi, e ho deciso di partire con lui. Questo fu l'inizio della Williams Grand Prix Engineering nel marzo 1977.

 

Photo by: David Phipps

Frank operava molto sul lato commerciale e operativo, e io sul lato della progettazione e della produzione, e generalmente non interferivamo nella "zona" dell'altro.

Nei primi anni abbiamo avuto alcune sfide economiche molto serie, che richiedevano di nascondersi dal direttore della banca, anche se per essere onesti con il direttore della banca locale Didcot, è andato ben oltre la sua autorità per sostenere la squadra, ma le quantità di denaro a sostegno della F1 erano molto diverse da ora.

Leggi anche:

Ci sono stati momenti in cui ho trovato le sfide schiaccianti, ma Frank era sempre ottimista, sempre convinto che 'tutto si risolverà, amico'. Era difficile non essere trascinato dal suo atteggiamento positivo.

Nel corso degli anni abbiamo avuto poche ragioni per litigare, ma posso dire sinceramente che non ho mai avuto motivo di dubitare del suo impegno a sostenermi, qualunque fossero le sfide ingegneristiche che si presentavano, anche quando a volte ci prendevamo un po' di tempo per correggerle.

Frank Williams with Keke Rosberg, Williams

Frank Williams with Keke Rosberg, Williams

Photo by: Motorsport Images

Ammirava molto i piloti veloci, e abbiamo vinto campionati con Alan Jones, Keke Rosberg, Nelson Piquet, Nigel Mansell, Alain Prost, Damon Hill e Jacques Villeneuve, ma la sua massima ammirazione era per Ayrton Senna. Sono sicuro che era devastato quando Ayrton è morto su una macchina della Williams, ma Frank era molto riservato nelle sue emozioni, non ha mai espresso la sua, sono sicuro, angoscia per quello che è successo ad Ayrton, né ha mostrato alcuna mancanza di convinzione di continuare, vincere più gare e campionati.

Frank era sostenuto immensamente da sua moglie, Ginny, emotivamente e praticamente, credo. La maggior parte o tutti i soldi che arrivavano dalla sua famiglia sono serviti a mantenere Williams a galla nei primi giorni, e ancora una volta, anche se Frank non lo ha mostrato, non ho dubbi che era devastato quando lei è morta troppo giovane di cancro, a 66 anni, nel 2013.

L'impegno e l'entusiasmo di Frank verso il successo in pista era contagioso, non solo per me ma per tutti gli altri che lavoravano alla Williams. Fino agli ultimi giorni in cui la famiglia Williams ha gestito l'azienda, Frank poteva essere visto in fabbrica e in particolare nel 'Race Shop' con le auto e i meccanici del team, ispirando la sua forza lavoro.

Frank aveva già fatto un passo indietro dall'azienda e la famiglia Williams ha venduto le sue quote a metà del 2020, ma la sua impronta sulla F1 è molto presente, e sarà ricordato calorosamente da molti, me compreso.

 

Photo by: Ercole Colombo

condividi
commenti
F1 | Ocon su Alonso: "Tra i più grandi con Senna e Schumacher"
Articolo precedente

F1 | Ocon su Alonso: "Tra i più grandi con Senna e Schumacher"

Articolo successivo

Red Bull: Honda vuole cambiare motore a Max, ma...

Red Bull: Honda vuole cambiare motore a Max, ma...
Carica i commenti