Formula 1
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
89 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
96 giorni
G
GP del Vietnam
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
110 giorni
G
GP della Cina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
124 giorni
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
138 giorni
07 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
145 giorni
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
159 giorni
G
GP d'Azerbaijan
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
173 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
Prossimo evento tra
180 giorni
G
GP di Francia
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
194 giorni
02 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
201 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
229 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
257 giorni
03 set
-
06 set
Prossimo evento tra
264 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
Prossimo evento tra
278 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
285 giorni
G
GP del Giappone
08 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
299 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
313 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
320 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
334 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
348 giorni

Leclerc: "Via radio ho esagerato: parlerò di meno..."

condividi
commenti
Leclerc: "Via radio ho esagerato: parlerò di meno..."
Di:
26 set 2019, 17:20

Il monegasco ha riascoltato i team radio del GP di Singapore: "Credo che la mia reazione sia andata oltre e dimostra che ho ancora molto da imparare, perché il team ha preso le giuste decisioni". Cosa succederà a Sochi? "Non lo so, ma correre sul bagnato mi piace".

Correre sotto i riflettori, e su Charles Leclerc oggi sono puntati quelli a massima intensità, ha i suoi pro e ovviamente anche qualche controindicazione.

Il monegasco se ne è reso conto dopo la gara di Singapore, quando ha scoperto che i suoi team-radio messi in onda durante i 61 giri di Marina Bay sono diventati il tormentone del lunedì. Giusto o sbagliato che sia, Leclerc ha dovuto rispondere alla raffica di domande in merito arrivate alla vigilia del weekend di Singapore, ma Charles ne è emerso bene.

Ha recitato il mea-culpa, promettendo che non accadrà più, e ha confermato che nel debriefing la squadra ha spiegato bene quanto è accaduto nelle concitate fasi dei pit-stop che hanno lanciato Vettel al comando della corsa.

Avrai analizzato la gara di Singapore insieme al team. Cosa avresti potuto fare in modo diverso?
“Sicuramente i team-radio! Credo che la mia reazione sia andata oltre, e dimostra che ho ancora molto da imparare. In quella situazione non c’era bisogno di comportarsi così, il team ha preso le giuste decisioni, visto che abbiamo concluso la corsa in prima e seconda posizione. Non avremmo ottenuto lo stesso risultato con un’altra strategia, ed è ciò che conta di più. Quindi ho ancora molto da imparare, ma non accadrà più in futuro”.

Sei ottimista sulla possibilità di poterti giocare la vittoria anche qui a Sochi?
“Non so. Siamo rimasti positivamente sorpresi dal risultato ottenuto a Singapore e dalla velocità che abbiamo avuto, ma non sappiamo se qui sarà la stessa cosa. Sicuramente se non avessimo avuto il fine settimana di Singapore non saremmo arrivati ​​qui pensando anche solo minimamente di essere i favoriti. La Mercedes su questa pista ha sempre vinto, quindi credo che non sarà semplice batterli, ma vedendo quanto ottenuto a Marina Bay, siamo un po' più fiduciosi”.

Dopo la strategia di Singapore, rivedrete le regole interne al team?
“Penso che le regole siano chiare, devono sempre essere a beneficio della squadra e questo non cambierà”.

Userai di meno il bottone “radio” da qui in poi?
“Questo è sicuramente l'obiettivo! In macchina c’è sempre molta adrenalina, quindi a volte potrà essere difficile, ma ho solo bisogno di controllarmi di più in queste situazioni e… stare zitto invece di parlare in radio. Imparerò”.

I tuoi commenti via-radio hanno diviso il pubblico.
“Alcune persone possono aver capito quanto voglia vincere, altre magari hanno interpretato diversamente. Penso di aver solo bisogno di imparare, non era necessario, non c'è bisogno di parlare così in radio in qualsiasi momento di gara, anche se c'è adrenalina crea solo più problemi. Come ho detto, penso che la cosa più importante sia che il team ha ottenuto una doppietta, e per questo sono molto felice”.

Hai parlato con Seb dopo la gara?
“Sì, lo facciamo sempre, ed abbiamo anche dei briefing insieme. Ma non credo che ci siano stati problemi con Seb”.

La squadra però non ti ha messo al corrente che Seb era rientrato in pit-lane, forse avresti potuto spingere di più prima della tua sosta...
“Non credo, perché rivedendo la strategia penso che nessuno si aspettasse il divario tra le gomme nuove e quelle usate, ed anche Seb ha fatto un fantastico giro. Non era ipotizzabile che sfilasse al comando, Seb era indietro di sette secondi e non credo fosse cruciale per me essere al corrente della sua sosta. Semplicemente non ci aspettavamo che mi scavalcasse”.

Ti stai confermando in gran forma in qualifica. A cosa è dovuto?
“Non lo so. Mi sento bene in macchina da otto gare a questa parte, non ricordo un momento preciso in cui ho cambiato approccio, ma sono migliorato, questo si. Poi ho un set-up da gara che si sposa meglio alle mie esigenze, quindi direi che le cose vanno nella giusta direzione. Cerco di guardare nella mia parte del box per cercare di migliorare me stesso, ed è un atteggiamento che sta pagando. Proverò a continuare così”.

L'anno scorso ti sei adattato alla Sauber, quest'anno sembra che la strategia corretta sia quella del team che ti è venuto incontro...
“Probabilmente ha funzionato. Credo di aver fatto dei passi avanti nelle prime gare, ma non era ancora sufficiente, quindi ho dovuto fare qualcos'altro per trovare prestazioni extra. Quando ho chiesto di adattare un po' la monoposto al mio stile di guida, ho fatto il passo che volevo”.

Temi la pioggia prevista per questo weekend?
“Siamo stati abbastanza veloci nelle pochissime sessioni che abbiamo disputato quest'anno in condizioni di bagnato, e personalmente mi piace il correre con la pioggia. Se pioverà mi aspetto sia Red Bull che Mercedes molto agguerrite, non sarà facile ma vedremo”.

Scorrimento
Lista

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
1/15

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, Sebastian Vettel, Ferrari, e Charles Leclerc, Ferrari, allineati per l'inno nazionale prima dell'inizio

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, Sebastian Vettel, Ferrari, e Charles Leclerc, Ferrari, allineati per l'inno nazionale prima dell'inizio
2/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, primo classificato, e Charles Leclerc, Ferrari, secondo classificato, beve Champagne sul podio

Sebastian Vettel, Ferrari, primo classificato, e Charles Leclerc, Ferrari, secondo classificato, beve Champagne sul podio
3/15

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Pole man Charles Leclerc, Ferrari, festeggia

Pole man Charles Leclerc, Ferrari, festeggia
4/15

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Pole man Charles Leclerc, Ferrari, festeggia l'arrivo al Parc Ferme

Pole man Charles Leclerc, Ferrari, festeggia l'arrivo al Parc Ferme
5/15

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, Pole Sitter Charles Leclerc, Ferrari e Sebastian Vettel, Ferrari in Parc Ferme

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, Pole Sitter Charles Leclerc, Ferrari e Sebastian Vettel, Ferrari in Parc Ferme
6/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari
7/15

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
8/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
9/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari
10/15

Foto di: Alessio Morgese / Luca Rossini

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari
11/15

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari
12/15

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari in pista su un golf kart

Charles Leclerc, Ferrari in pista su un golf kart
13/15

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari, primo classificato, festeggia con lo Champagne sul podio

Charles Leclerc, Ferrari, primo classificato, festeggia con lo Champagne sul podio
14/15

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari, primo classificato, festeggia al Parc Ferme

Charles Leclerc, Ferrari, primo classificato, festeggia al Parc Ferme
15/15

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Articolo successivo
Hamilton: "Perché la F1 2021 deve essere pesante e lenta?"

Articolo precedente

Hamilton: "Perché la F1 2021 deve essere pesante e lenta?"

Articolo successivo

LIVE F1, GP di Russia: Libere 1

LIVE F1, GP di Russia: Libere 1
Carica i commenti