Leclerc: "Siamo tutti vicini, la spunterà chi farà meno errori"

Il monegasco della Ferrari si è detto soddisfatto del lavoro svolto oggi a Portimao ed ha voluto sottolineare come la lotta con i team di metà classifica sarà ancora più ravvicinata questo weekend.

Leclerc: "Siamo tutti vicini, la spunterà chi farà meno errori"

E’ una Ferrari che si candida al ruolo di terza forza in terra portoghese. Sul tracciato di Portimao, reso insidioso non solo dalla particolare conformazione, ma anche da una aderenza ad oggi precaria, il team di Maranello è sembrato subito in palla ottenendo il quarto tempo con Charles Leclerc al termine delle FP1 e lo stesso risultato con Carlos Sainz alla fine delle FP2.

Il monegasco, al mattino, ha portato al debutto il nuovo fondo realizzato in un unico esemplare ed ha fermato il cronometro sul tempo di 1’19’’884, ad appena due decimi di ritardo dalla prestazione firmata Bottas, mentre al pomeriggio, quando la nuova componente è stata installata sulla monoposto affidata a Carlos Sainz, non è riuscito a fare meglio del settimo riferimento, in 1’20’’360, pagando un gap dal tempo ottenuto da Lewis Hamilton di mezzo secondo.

Sicuramente nella valutazione di questo venerdì un grosso punto interrogativo deriva dalle condizioni della pista che hanno messo in crisi soprattutto i due piloti della Mercedes nel far lavorare le gomme nella giusta finestra di esercizio, mentre Leclerc è apparso soddisfatto del lavoro compiuto sino ad ora dalla scuderia di Maranello.

“Sono state delle prove libere positive. I long run sono andati abbastanza bene, anche se io devo migliorare ancora qualcosa”.

Che gli aggiornamenti portati dal reparto tecnico di Maranello stiano andando nella direzione sperata sembra essere confermato dalle buone prestazioni ottenute da Sainz al pomeriggio. Lo spagnolo nelle FP2 ha potuto testare il nuovo fondo che sarà adottato in gara su entrambe le SF21 soltanto dal prossimo appuntamento di Barcellona ed ha inflitto a Leclerc un gap di 163 millesimi.

Charles ha voluto sottolineare l’ottimo stato di forma del suo compagno di squadra ed evidenziare come lui, invece, debba ancora trovare il focus.

“Carlos è stato competitivo, mentre io devo sistemare ancora qualcosa. Penso che domani potrò andare meglio”.

Scorrendo la classifica dei tempi fa specie vedere le Alpine di Fernando Alonso ed Esteban Ocon davanti alla monoposto numero 16 del monegasco. Leclerc, però, ha fatto capire come in questo fine settimana la lotta tra le scuderie di metà classifica sarà ancora più serrata.

“E’ difficile indicare chi sarà il nostro rivale principale questo weekend. Oggi le Alpine sono state molto veloci, ma siamo tutti molto veloci. Tutto dipenderà da chi commetterà meno errori in qualifica e in gara”.

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
1/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
2/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
3/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
4/12

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
5/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Mick Schumacher, Haas VF-21, Charles Leclerc, Ferrari SF21, e Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
Mick Schumacher, Haas VF-21, Charles Leclerc, Ferrari SF21, e Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
6/12

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
7/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
8/12

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
9/12

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
10/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
11/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Mick Schumacher, Haas VF-21, Charles Leclerc, Ferrari SF21, e Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
Mick Schumacher, Haas VF-21, Charles Leclerc, Ferrari SF21, e Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
12/12

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

condividi
commenti
Verstappen critico: "Avremmo dovuto avere gomme più morbide"
Articolo precedente

Verstappen critico: "Avremmo dovuto avere gomme più morbide"

Articolo successivo

Sainz: “Fondamentale scaldare le gomme”

Sainz: “Fondamentale scaldare le gomme”
Carica i commenti