Leclerc: "Sacrificherei il 3° posto per lottare per il titolo nel 2022"

Charles Leclerc ha detto che sarebbe felice se la Ferrari sacrificasse la lotta per il terzo posto nel Costruttori per concentrarsi sulla possibilità di lottare per il titolo nel 2022.

Leclerc: "Sacrificherei il 3° posto per lottare per il titolo nel 2022"

La Ferrari attualmente è in lotta con la McLaren nella corsa al terzo posto della classifica a squadre, che vorrebbe dire essere la prima degli "altri", alle spalle di Mercedes e Red Bull.

La Rossa ha già conquistato due pole position con Charles Leclerc ed un podio con Carlos Sainz a Monaco, ma al momento è staccata di 19 punti dai rivali di Woking.

Nel 2022 ci sarà l'introduzione del nuovo regolamento tecnico della F1, che quindi potrebbe permettere alle squadre di ribaltare l'attuale regime che vede Red Bull e Mercedes in grande vantaggio rispetto alla concorrenza.

Leclerc ha rivelato che sta spingendo la Ferrari a concentrarsi principalmente sulla vettura 2022, spiegando che sarebbe felice di sacrificare il resto di questa stagione per essere più competitivo nella prossima.

"Se avessi davanti a me un contratto che mi dice che sacrifichiamo il 2021 per un 2022 più competitivo, sarei felice. Ma nessuno ha questa garanzia purtroppo", ha detto Leclerc al podcast Beyond the Grid.

"Sto spingendo la squadra a concentrarsi sul 2022. E penso che questo sia chiaro per tutti. Il 2022 sarà un'opportunità enorme per tutti. Queste nuove vetture poi rimarranno per molti anni a venire".

"Quest'anno, ok, stiamo ancora lottando con la McLaren per il terzo posto nel Costruttori, ma alla fine sappiamo che il nostro obiettivo è quello di lottare per la prima posizione il prima possibile. E questo sarà almeno dal 2022, non quest'anno".

"Quindi sarei felice di rinunciare al terzo posto nel Costruttori nel 2021 per lottare per il primo nel 2022".

Il direttore sportivo Laurent Mekies ha rivelato a maggio che l'attenzione del team è già rivolta al 90-95% alla vettura 2022 e più recentemente ha aggiunto che non arriveranno importanti aggiornamenti per risolvere i problemi della SF21.

In ogni caso, in questa stagione la Ferrari ha già mostrato degli evidenti segnali di ripresa rispetto al disastroso 2020, che aveva visto la Scuderia precipitare al sesto posto della classifica costruttori, il suo peggiori risultato negli ultimi 40 anni.

Leclerc è stato in grado di conquistare due pole position consecutive a Monaco e a Baku, ma poi ha fatto fatica in gara in Francia, mentre nelle due gare in Austria ha avuto delle difficoltà ad essere competitivo sul giro secco in qualifica.

"E' frustrante, perché in una gara le cose vanno in un modo, e in un'altra invece completamente in un altro", ha detto Leclerc parlando dei punti di forza e di debolezza della Ferrari".

"Non si ottiene mai il meglio da entrambe le cose. Ma credo che faccia parte della vita. E cercheremo di trovare il giusto equilibrio", ha concluso.

Leggi anche:

condividi
commenti
Sprint Qualyfing: com'è la "garetta" del sabato

Articolo precedente

Sprint Qualyfing: com'è la "garetta" del sabato

Articolo successivo

F1: Aston Martin "abbraccerebbe" l'ingresso del Gruppo VW

F1: Aston Martin "abbraccerebbe" l'ingresso del Gruppo VW
Carica i commenti