Leclerc onesto: "Mi piace dirlo quando commetto un errore"

Il pilota della Ferrari si è preso la responsabilità per l'incidente con Sergio Perez al primo giro del GP di Sakhir, che ha finito per estromettere subito lui e Max Verstappen.

Leclerc onesto: "Mi piace dirlo quando commetto un errore"

La grande magia di ieri purtroppo si è convertita in un grande errore per Charles Leclerc. Il Gran Premio di Sakhir, per il quale nutriva buone aspettative dopo il quarto tempo di ieri, è durato infatti poche centinaia di metri per il pilota della Ferrari.

Arrivando lungo in staccata nel tentativo di superare la Red BUll di Max Verstappen, il monegasco ha centrato la Racing Point di Sergio Perez, che stava chiudendo la curva davanti a loro, innescando una carambola che ha costretto al ritiro sia lui che l'olandese, con il messicano che invece è riuscito a riprendere dopo un testacoda.

Come gli era già capitato in passato di fronte ad errori evidenti, Leclerc però non ha avuto problemi ad assumersi le proprie responsabilità quando si è presentato ai microfoni di Sky Sport F1 HD per le interviste di rito.

Leggi anche:

"Onestamente, mi piace dirlo quando commetto un errore. Oggi ero vicino a Verstappen, poco più indietro sulla sua destra, ed ho provato a sorpassarlo in frenata. Ho visto Perez che era più avanti, ma mi aspettavo che rimanesse all'esterno e non tornasse all'interno" ha detto Leclerc.

"Questo non lo dico per dare la colpa a lui, perché non ha fatto assolutamente niente. Quando ho visto che tornava all'interno, ho provato a frenare, ma ho avuto un bloccaggio e ci siamo toccati" ha aggiunto.

Dalle immagini, la sensazione è che Verstappen fosse molto arrabbiato, ma Charles ha spiegato che in realtà il loro chiarimento è stato molto civile.

"No, Max non era arrabbiato. Gli ho solo chiesto se ci fosse stato un contatto anche tra di noi, ma mi ha detto che ha solamente provato ad evitare Checo e quindi non è riuscito a fare la curva" ha concluso.

Charles Leclerc, Ferrari SF1000 con la sospensione anteriore rotta, dopo l'incidente al primo giro
Charles Leclerc, Ferrari SF1000 con la sospensione anteriore rotta, dopo l'incidente al primo giro
1/5

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000 con la sospensione anteriore rotta, dopo l'incidente al primo giro
Charles Leclerc, Ferrari SF1000 con la sospensione anteriore rotta, dopo l'incidente al primo giro
2/5

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000 con la sospensione anteriore rotta, dopo il contatto con Sergio Perez, Racing Point RP20, al primo giro
Charles Leclerc, Ferrari SF1000 con la sospensione anteriore rotta, dopo il contatto con Sergio Perez, Racing Point RP20, al primo giro
3/5

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000 con la sospensione anteriore rotta, dopo il contatto con Sergio Perez, Racing Point RP20, al primo giro
Charles Leclerc, Ferrari SF1000 con la sospensione anteriore rotta, dopo il contatto con Sergio Perez, Racing Point RP20, al primo giro
4/5

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000 con la sospensione anteriore rotta, dopo il contatto con Sergio Perez, Racing Point RP20, al primo giro
Charles Leclerc, Ferrari SF1000 con la sospensione anteriore rotta, dopo il contatto con Sergio Perez, Racing Point RP20, al primo giro
5/5

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

condividi
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio di Sakhir: Gara
Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio di Sakhir: Gara

Articolo successivo

Verstappen: "Cosa si aspettava Leclerc con quella manovra?"

Verstappen: "Cosa si aspettava Leclerc con quella manovra?"
Carica i commenti