Leclerc: "Il cedimento del cambio è stato dovuto alla rottura della sospensione"

condividi
commenti
Leclerc:
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
01 lug 2018, 07:51

Il monegasco scatterà 18esimo al via del GP d'Austria per aver pagato cinque posizioni in griglia per la sostituzione della trasmissione che si è rotta per effetto e non come causa. "In qualifica la macchina non mi è piaciuta e non sappiamo perché".

Charles Leclerc, Sauber C37, e Marcus Ericsson, Sauber C37, davanti al box Sauber
Charles Leclerc, Sauber, firma autografi ai tifosi
Marcus Ericsson, Sauber C37 e Charles Leclerc, Sauber C37
Charles Leclerc, Sauber C37
Charles Leclerc, Sauber C37 runs wide

Charles Leclerc prenderà il via del Gran Premio d’Austria dalla diciottesima posizione, davanti al compagno di squadra Marcus Ericsson. A complicare l’esito delle qualifiche disputate ieri dal pilota monegasco sul Red Bull Ring è stata una penalità di cinque posizioni, scattata dopo la sostituzione del cambio resasi necessaria a causa di un problema avvenuto nella terza sessione di prove libere. Ma l’origine dell’imprevisto che ha retrocesso Leclerc dalla tredicesima posizione conquistata in pista, non è stato un problema alla trasmissione, come ha spiegato dallo stesso Charles.

“Si è rotto qualcosa nella sospensione posteriore – ha rivelato Leclerc – un triangolo ha ceduto e il problema ha poi determinato un guasto al cambio. Peccato perché abbiamo confermato un buon ritmo, e l’ingresso in Q2 è stato abbastanza agevole”.

La partenza dalla penultima fila della griglia di partenza renderà la corsa verso la zona punti un’impresa non delle più semplici, ma il pilota monegasco non vuole cambiare il suo obiettivo.
“Sarò probabilmente chiamato a prendermi qualche rischio – ha concluso Charles - e, ovviamente, diventa cruciale partire bene e guadagnare terreno nel corso del primo giro. Vedremo poi come sarà il passo in gara, perché in qualifica, al di là della penalità, i riscontri non sono stati in linea con le previsioni".

"Nelle prove libere siamo andati molto bene, ma poi abbiamo avuto più difficoltà dei nostri avversari diretti quando siamo scesi in pista per i giri veloci. Il bilanciamento della monoposto mi è sembrato buono, ma il cronometro non ha confermato le mie impressioni. Cercheremo di capire i motivi che non ci hanno consentito di confermare quei passi avanti che in qualifica sono riusciti a compiere i nostri avversari”.

Prossimo articolo Formula 1
Hartley corre con l'ala vecchia perché non ci sono più ricambi della nuova

Previous article

Hartley corre con l'ala vecchia perché non ci sono più ricambi della nuova

Next article

Mercedes: una prima fila che ha il sapore di una prova muscolare di forza

Mercedes: una prima fila che ha il sapore di una prova muscolare di forza

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Austria
Sotto-evento Domenica, gara
Piloti Charles Leclerc
Team Sauber
Autore Roberto Chinchero
Tipo di articolo Ultime notizie