Leclerc: "Facevo un giro speciale, ma ho surriscaldato le gomme"

Charles Leclerc non è andato oltre la settima piazza nelle qualifiche del GP di Abu Dhabi per aver chiesto troppo alle proprie gomme nell'ultimo giro della Q3.

Leclerc: "Facevo un giro speciale, ma ho surriscaldato le gomme"

Charles Leclerc continua nella sua serie di qualifiche in cui non è riuscito a dare il meglio, finendo così alle spalle del compagno di squadra Carlos Sainz Jr. E' accaduto anche a Yas Marina, sede dell'ultimo evento del Mondiale 2021 di Formula 1, il Gran Premio di Abu Dhabi.

Leclerc non è andato oltre il settimo tempo. Il crono di 1'23"122 ottenuto nell'ultimo tentativo a disposizione lo costringerà a partire dalla quarta fila, avendo fatto peggio di un paio di decimi nei confronti di Sainz.

Eppure, entrando nelle viscere dell'ultimo tentativo fatto da Leclerc, è possibile vedere come i primi 2 settori fossero straordinari, in linea con i migliori. Ma allora cosa è successo? Perché Charles scatterà dalla settima piazza dopo due settori del genere?

A fine qualifiche è stato lo stesso monegasco a spiegare l'accaduto: nel tentativo di estrarre il coniglio dal cilindro, Leclerc ha chiesto troppo alle sue gomme Soft nei primi due settori, così le ha surriscaldate. Questo lo ha portato a perdere tutto nell'ultimo, in cui la sua SF21 ha iniziato a scivolare e a far perdere decimi su decimi al 24enne, specialmente tra curva 13 e 14.

"Nei primi 2 settori stava uscendo un giro speciale, credo. Ma in quei due settori ho spinto troppo, ho surriscaldato le gomme e nell'ultimo settore sono stato lento. Non ho commesso errori particolari, sono stato solo lento. Ho avuto problemi con le gomme posteriori, troppo calde. E' stato un vero peccato".

"Alla fine ho fatto tutto quello che potevo, ho provato. Ho provato a mettere assieme tutto, un buon giro, credo che il giro fosse davvero molto buono, ma ho spinto troppo nei primi 2 settori e nel terzo ho perso tutto".

Charles Leclerc, Ferrari SF21

Charles Leclerc, Ferrari SF21

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

Charles ha asserito di non aver avuto alcun problema legato al traffico nel corso delle qualifiche, mentre altri hanno perso diversi secondi proprio a causa di questo incoveniente: "Per me il traffico è stato ok. Certo, se ne trova sempre nel secondo settore, non è una cosa facile. Anche nell'ultimo. Ma è andata così. Per me è andata bene".

Ancora una volta nelle ultime uscite Sainz ha fatto meglio di Leclerc, ma Charles ha ribadito il suo errore, così come i primi due settori da incorniciare: "Non sono sorpreso delle prestazioni di Carlos. Anche perché il mio sarebbe stato davvero un ottimo giro. Sapevamo di avere potenziale ed è frustrante non essere riusciti a fare ciò che sapevamo di poter fare. Alla fine, prima dell'ultimo settore, stavo facendo un gran giro. Non ho rimpianti".

Per concludere, il ferrarista ha tracciato un bilancio della sua stagione, con un occhio ai test post Abu Dhabi che avranno già novità importanti legate al 2022 come le gomme da 18 pollici montate su mule car preparate da tutti i team.

"In stagione sono andato bene. Sono migliorato molto sul passo gara, mentre sono stato limitato in qualifica. Ma se considero tutto sono contento di come sia andata, del bilanciamento tra quanto fatto sabato e domenica".

"Il 2022 sarà un'annata che porterà enormi cambiamenti. Ci saranno le gomme da 18 pollici, però devo dire che saranno un cambiamento piccolo, se paragonato a quello che accadrà alle monoposto. Per quanto riguarda le gomme le abbiamo già provate nel corso dell'anno e le proveremo nuovamente nei test dopo la fine del Mondiale. Sarà importante raccogliere più dati che potremo", ha concluso Leclerc.

condividi
commenti
F1 | Ferrari in crescita: si è capito come far durare le gomme
Articolo precedente

F1 | Ferrari in crescita: si è capito come far durare le gomme

Articolo successivo

Bottas: "Non abbiamo mai pensato alla scia"

Bottas: "Non abbiamo mai pensato alla scia"
Carica i commenti