Leclerc amaro: "Ho gettato tutto al vento alla fine"

Il monegasco ha accarezzato il sogno di conquistare il secondo gradino del podio, ma negli ultimi metri ha sbagliato la staccata nel tentativo di passare Perez consentendo al messicano ed a Vettel di beffarlo.

Leclerc amaro: "Ho gettato tutto al vento alla fine"

Può un quarto posto lasciare l’amaro in bocca considerando le prestazioni viste quest’anno dalla Ferrari? Se si guarda alla gara odierna di Charles Leclerc la risposta è sì.

Che sul tracciato dell’Istanbul Park il monegasco avesse avuto subito buone sensazioni dalla sua SF1000 era apparso evidente sin dalla prima sessione di prove libere, ma in qualifica sia Charles sia Vettel sono naufragati non riuscendo mai a far lavorare correttamente le Pirelli da bagnato.

In partenza Seb è stato magistrale, riuscendo subito a risalire dalla undicesima alla quarta posizione, mentre Leclerc, con gomme da bagnato, ha faticato al momento dello stacco frizione scivolando in quattordicesima piazza.

Il cambio di passo nella gara del monegasco è avvenuto all’ottavo giro. Quando Leclerc è entrato ai box per montare gomme intermedie ha subito ritrovato quel feeling con la sua monoposto visto sino al sabato mattina.

Charles ha così iniziato a girare su tempi competitivi ricucendo il divario dai piloti davanti a sé. Nel finale, dopo l’ultima sosta avvenuta al giro 32 per montare intermedie nuove, Charles è riuscito a mettere nel mirino la Racing Point di un Sergio Perez in crisi con le sue Pirelli ormai alla frutta.

Leclerc ha tentato di sorpassare il messicano nei metri conclusivi, ma ha esagerato in frenata consentendo non solo Perez di riappropriasi della seconda piazza, ma anche a Vettel di superarlo e farsi sfilare così l’ultimo gradino del podio.

Un errore figlio dell’inesperienza e dell’irruenza, che non cancella ugualmente una gara da applausi per il pilota della Ferrari.

Leclerc, però, non è stato dello stesso avviso. Al termine della corsa Charles ha espresso tutto il suo disappunto via radio per l’errore commesso sfoggiando un italiano impeccabile, mentre quando è giunto al ring delle interviste è stato ben più diplomatico.

“Non ho parole. Non riesco a trovare una parola che non risulti sgarbata in TV ma ho riassunto bene via radio. Sono davvero deluso”.

“Sicuramente sono stato bravo per una parte della gara, ma nell’ultimo giro ho sprecato tutto il lavoro fatto”.

Servirà del tempo a Charles per sbollire la delusione per un secondo posto soltanto accarezzato, ma Leclerc ha avuto la lucidità di complimentarsi con Sebastian Vettel per un risultato oggi davvero meritato per il tedesco.

“Sono deluso. Mi dispiace per il team perché eravamo ad un soffio dal secondo posto, ma dall’altra parte sono contento per Seb. Si merita questo primo podio, ha avuto un anno davvero difiicile”.

“E’ un risultato positivo per la squadra, ma non posso non essere deluso per quanto ho fatto”.

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
1/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
2/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
3/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
4/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Romain Grosjean, Haas VF-20
Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Romain Grosjean, Haas VF-20
5/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
6/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
7/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
8/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
9/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
10/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
11/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
12/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
13/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
14/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
15/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
16/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
17/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
18/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
19/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
20/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
21/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
22/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

condividi
commenti
Vettel: "Con le slick forse avremmo potuto vincere"
Articolo precedente

Vettel: "Con le slick forse avremmo potuto vincere"

Articolo successivo

Hamilton sette volte re: la forza del talento e della mente

Hamilton sette volte re: la forza del talento e della mente
Carica i commenti