Formula 1
09 mag
Prossimo evento tra
64 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
96 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
103 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
113 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
120 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
134 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
148 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
176 giorni
02 set
Prossimo evento tra
183 giorni
09 set
Prossimo evento tra
190 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
204 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
211 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
218 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
232 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
239 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
275 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
284 giorni

L'Australia apre ad uno scambio di date tra F1 e MotoGP

La MotoGP e la Formula 1 potrebbero scambiarsi le date in Australia a partire dal 2022: la proposta è già sul tavolo.

L'Australia apre ad uno scambio di date tra F1 e MotoGP

I due eventi, gestiti entrambi dall'Australian Gran Prix Corporation, tradizionalmente si trovano agli estemi opposti dei rispettivi calendario, con Melbourne che apre la stagione della Formula 1 a marzo e Phillip Island che ospita la MotoGP ad ottobre.

Tuttavia, le restrizioni di viaggio dovute alla pandemia hanno costretto al rinvio della gara di F1 di quest'anno, che ora è prevista per il 21 novembre, quattro settimane dopo la gara di MotoGP.

Secondo il responsabile dell'AGPC, Andrew Westacott, questo ha aperto la porta ad un importante ripensamento in termini di tempistica di entrambi gli eventi.

Ha spiegato infatti che ci sono già quattro opzioni per quanto riguarda la programmazione per il 2022 e oltre, una delle quali è effettivamente uno scambio diretto tra gli eventi di F1 e di MotoGP.

Questo manterrebbe invariata la distanza tra i due, importante sia per la gestione dell'evento che per la vendita dei biglietti, inoltre rispetterebbe le continue richieste dei piloti di MotoGP di spostare la gara di Phillip Island in un momento migliore dal punto di vista climatico.

"Non posso fare altro che sottolineare che al momento non c'è nulla di definitivo sui calendario 2022", ha detto Westacott a Motorsport.com.

"Ci piace sempre avere la gara di apertura della Formula 1, perché è un pilota importante del calendario dei grandi eventi di Melbourne".

"Ma devo anche aggiungere che il cambiamento in atto per quest'anno, con la Formula 1 a novembre, ci dà l'opportunità di guardare a quattro scenari molto distinti tra loro".

"Uno è portare entrambi gli eventi in uno slot ad inizio stagione, a febbraio o marzo. Un altro è che entrambe le gare abbiano uno slot a fine stagione, a ottobre o novembre. Si può mantenere la tradizione, con la F1 all'inizio e la MotoGP alla fine dell'anno. Oppure il contrario, la MotoGP all'inizio e la F1 alla fine".

"Ho una mente molto aperta su tutti questi scenari, i pro ed i contro, oltre alle opportunità che presentano per i vari campionati. E il valore che questi eventi offrono a Melbourne".

"Tutte queste opzioni sono sul tavolo e la combinazione definitiva sarà decisa quando i calendari saranno finalizzati verso la metà di quest'anno".

"Tenendo conto della tradizione e delle nuove opportunità, sono di mentalità aperta. Non c'è una decisione categorica che sia già stata presa in merito per il momento".

Non ci sono ancora garanzie che uno dei due eventi sarà effettivamente disputato quest'anno, visto che le frontiere dell'Australia sono ancora chiuse al resto del mondo.

Chiunque entri nel paese è soggetto ad una quarantena di 14 giorni in albergo, una pratica che difficilmente verrà abbandonata finché i vaccini non avranno raggiunto un livello significativo di circolazione a livello mondiale.

Il programma di vaccinazione dell'Australia è iniziato oggi (lunedì) e dovrebbe essere completato entro ottobre.

Melbourne è riuscita ad ospitare il suo primo evento internazionale dall'inizio della pandemia, gli Australian Open di tennis, ma i partecipanti sono stati obbligati a sottoporsi ai 14 giorni obbligatori di quarantena.

Westacott è convinto che gli insegnamenti del tennis, ma anche i progressi sul fronte dei vaccini, lo lasciano fiducioso riguardo al possibile arrivo della Formula 1 nel mese di novembre.

"E' sempre complesso, basta guardare il tennis e il modo in cui hanno affrontato la situazione", ha aggiunto.

"Ma la mia opinione, e quella del governo, è che abbiamo l'opportunità di sviluppare e migliorare continuamente l'approccio all'organizzazione degli eventi".

"Abbiamo tempo per farlo ora, sulla base degli insegnamenti tratti dal tennis, dal lancio dei vaccini, da ogni sorta di approccio legato alla salute. Questo ci aiuterà ad organizzare meglio l'evento di novembre".

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Motorsport in lutto, è morto Chris Craft

Articolo precedente

Motorsport in lutto, è morto Chris Craft

Articolo successivo

F1 Stories: Lauda e Hunt, come il diavolo e l'acqua santa

F1 Stories: Lauda e Hunt, come il diavolo e l'acqua santa
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1 , MotoGP
Autore Andrew van Leeuwen