L'Arabia Saudita investe 550 milioni di sterline in McLaren

Grazie ad un investimento pari a 550 milioni di sterline il McLaren Group può guardare con maggiore fiducia al futuro non solo del team di F1 ma anche per quel che riguarda l'automotive.

L'Arabia Saudita investe 550 milioni di sterline in McLaren

Il Gruppo McLaren ha ricevuto un’iniezione di liquidità di ben 550 milioni di sterline che contribuirà a garantire il futuro del team di Formula 1. Gran parte del nuovo finanziamento proviene dal Public Investment Fund (PIF) dell’Arabia Saudita, mentre un’altra parte proviene da investitori esistenti tra cui Mumtalakat.

Stando a quanto comunicato dalla McLaren, 400 milioni di sterline sono stati ottenuti in cambio di azioni privilegiate da “global alternative investment manager” Ares Management e PIF.

Gli azionisti esistenti, definiti dalla McLaren come “un numero limitato di nuovi investitori privati”, hanno investito 150 milioni di sterline sotto forma di azioni privilegiate convertibili.

Secondo la McLaren questo affare consentirà il rimborso del prestito ricevuto poco più di un anno fa dalla Banca Nazionale del Bahrain. Il completamento degli accordi rimane soggetto a condizioni di chiusura reciprocamente concordate.

L’Arabia Saudita è già presente in Formula 1 tramite la presenza dello sponsor petrolchimico Aramco ed a dicembre si svolgerà il primo Gran Premio che si disputerà sul cittadino di Jeddah.

Aramco è una delle molte entità di proprietà del Public Investment Fund che ha speso molto a livello internazionale negli ultimi due anni. Gli investimenti hanno riguardato interessi diversificati tra cui Boeing, Disney, CitiCorp, Facebook, BP e Marriott. Altre aziende nel suo portafoglio includono Uber, Tesla e Total.

Il presidente esecutivo del gruppo McLaren, Paul Walsh, ha dichiarato: "Sulla base delle azioni a breve termine che abbiamo messo in atto la scorsa estate in risposta alla pandemia globale, McLaren ha adottato una serie di misure significative per mettere la società su una base stabile per il lungo termine, con lo stretto sostegno dei suoi consulenti e degli azionisti esistenti".

"Dopo l'investimento strategico nel  Racing effettuato l'anno scorso, questo aumento di capitale si rivela un elemento chiave della nostra strategia finanziaria globale per sostenere i piani di crescita sostenibile del Gruppo".

Walsh ha poi specificato come anche il business delle auto stradali beneficerà dei nuovi accordi: "Con queste solide fondamenta abbiamo una ottima base di partenza per realizzare le nostre ambizioni nel panorama delle supercar di lusso e come azienda di motorsport d'elite. L'Automotive rimane il principale motore di profitto della McLaren".

"Il forte appetito che abbiamo visto da parte degli investitori riflette la continua fiducia nel marchio McLaren, nella tecnologia leader del settore e nelle eccitanti prospettive di crescita a lungo termine, sostenute da una strategia più mirata".

"Non vediamo l'ora di lavorare con Ares e PIF ed usufruire della loro esperienza e conoscenza".

condividi
commenti
Fotogallery: i render delle F1 2022 con i colori dei team
Articolo precedente

Fotogallery: i render delle F1 2022 con i colori dei team

Articolo successivo

F1, Silverstone, Libere 1: Verstappen fa il vuoto

F1, Silverstone, Libere 1: Verstappen fa il vuoto
Carica i commenti