La Red Bull cerca la velocità che le manca

La Red Bull cerca la velocità che le manca

Webber e Vettel non sono soddisfatti delle prestazioni della RB8 sui rettilinei

L'anno scorso la Red Bull Racing aveva dominato il Gp d'Italia con Sebastain Vettel pur disponendo di una monoposto che non era in grado di esprimere le velocità massime: in realtà la RB7 era la vettura che arrivava prima delle altre al picco di velocità e la poteva mantenere più a lungo. Quest'anno la squadra diretta da Adrian Newey sta lavorando nella stessa direzione: Vettel e Webber hanno provato un'ala anteriore più scarica con il flap superiore che ha meno corda e un disegno più arcuato. Il fatto è che la macchina di Milton Keynes genera meno carico dello scorso anno (quando beneficiava dall'effetto degli scarichi soffianti) per cui deve garantire ai piloti la tenuta nelle chicane e nei curvoni come Lesmo e la Parabolica con una maggiore incidenza delle ali rispetto al 2011 che costa in efficienza aerodinamica...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Mark Webber , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie