La nuova Ferrari in pista a Jerez il 7 febbraio

condividi
commenti
La nuova Ferrari in pista a Jerez il 7 febbraio
Redazione
Di: Redazione
15 dic 2011, 19:24

La squadra del Cavallino vule girare presto, mentre Red Bull Racing e Mercedes ritardano. Perché...

La Ferrari è pienamente consapevole del suo valore e non ha alcuna paura di mostrarsi in pista nel primo test 2012. La squadra del Cavallino farà debuttare l'attesa monoposto estrema nella sessione in programma a Jerez dal 7 al 9 febbraio. L'ufficializzazione è avvenuta per bocca di Luca Colajanni, responsabile della comunicazione del Reparto Corse di Maranello, in occasione della tradizionale Festa dei Caschi di Autosprint. È ammirevole la determinazione che accompagna gli uomini del Cavallino: Pat Fry e soci devono essere certi di aver imbroccato la macchina giusta perché non esitano a mostrare l'arma con cui Fernando Alonso dovrebbe sfidare Sebastian Vettel per il titolo piloti 2012. Un fatto è certo: la squadra di Maranello farà debuttare una prima versione della macchina, per dare modo ai tecnici di sviluppare i nuovi concetti che saranno introdotti su questa Rossa, ma non aspettiamoci che si svelino tutte le carte in materia aerodinamica, perché gli... assi verranno giocati solo più avanti nell'inverno. Alle Gestione Sportiva non vogliono perdere tempo per verificare che i dati di galleria del vento coincidano finalmente con quelli della pista, dopo che i tecnici hanno cercato di riorganizzare il lavoro di studio e analisi dei numeri letti nel wind tunnel e al simulatore di guida. La Ferrari, pertanto, va in controtenza rispetto a Red Bull Racing e Mercedes. Questi due top team hanno già dichiarato per voce di Adrian Newey e Ross Brawn che i loro piani di approccio al 2012 sono in ritardo. È bene diffidare di queste dichiarazioni molto interessate: la sensazione è che i due specialisti nella rilettura dei regolamenti vogliano guadagnare tempo per non mostrare delle novità tecniche che potrebbero essere copiate se viste troppo presto. Newey quest'anno ha sfornato gli scarichi soffianti in fase di rilascio, mentre Brawn nel 2009 aveva portato la Brawn GP con il doppio diffusore solo alla penultima sessione invernale. Quando si nascondono non è perché sono in ritardo, ma perché stanno per ricoluzionare il campo con soluzioni destinate a far discutere tecnici ed appassionati...
Prossimo articolo Formula 1
Buemi: "Sotto shock per la scelta della Toro Rosso"

Previous article

Buemi: "Sotto shock per la scelta della Toro Rosso"

Next article

Jonathan Heal è l'ultimo arrivo alla Mc Ferrari!

Jonathan Heal è l'ultimo arrivo alla Mc Ferrari!

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Felipe Massa
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie