La Mercedes prova a ritirare in ballo la Ferrari

La Mercedes prova a ritirare in ballo la Ferrari

Secondo i legali cambia poco se il test è stato effettuato con vettura 2011 o 2013. Spunta un nuovo test segreto?

"La nostra posizione è che se noi abbiamo avuto un'interpretazione sbagliata dell'articolo 22, quindi portando una violazione ad esso, segue che anche la Ferrari ha fatto la stessa cosa". Ecco cosa ha aggiunto poco fa Paul Harris, avvocato difensore della Mercedes nell'udienza che vede la squadra di Brackley imputata davanti al Tribunale Internazionale della FIA per aver effettuato un test a Barcellona in collaborazione con la Pirelli, utilizzando però la vettura 2013. Secondo Harris, infatti, non conta tanto il fatto che la Ferrari abbia utilizzato una vettura del 2011 quando ha fatto la stessa, quanto che si parli comunque di una monoposto realizzata comunque in base a principi regolamentari pressoché identici a quelli di oggi. "Hanno portato una loro vettura in pista e sosteniamo che anche la loro è sostanzialmente in linea con i regolamenti. Non è detto che si tratta di una vettura del 2011, questa non possa essere conforme anche ai regolamenti 2012 e 2013. Inoltre c'è solo mezzo secondo di differenza circa tra le vetture 2011 e quelle del 2013, fatto che sta a dimostrare che i cambiamenti sono stati minimi nelle ultime due stagioni" ha argomentato Harris. Ma la cosa più curiosa è che la Mercedes ha sostenuto in aula che la Ferrari aveva effettuato un test a Barcellona anche nel 2012, con Felipe Massa che aveva completato più di 1000 km per conto della Pirelli. Questa ovviamente è una situazione tutta da verificare, ma sicuramente potrebbe aprire altri scenari interessanti.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie