La McLaren prosegue la ristrutturazione dell'azienda

La McLaren sta portando avanti un piano di rifinanziamento da 500 milioni di sterline per l'intera azienda, che potrebbe includere la vendita di una partecipazione di minoranza del suo team di Formula 1.

La McLaren prosegue la ristrutturazione dell'azienda

Secondo un rapporto del Financial Times, il McLaren Group potrebbe anche raccogliere il denaro extra attraverso una "Special Purpose Acquisition Company" (SPAC), che può portare una società privata in proprietà pubblica senza la necessità di una formale "Offerta Pubblica Iniziale" (IPO).

La McLaren, che gestisce un reparto prodotto, la sua squadra corse ed il ramo tecnologia applicata, è stata colpita duramente dall'impatto finanziario della crisi del Coronavirus.

Già a giugno, la McLaren ha concondato un prestito di 150 milioni di sterline con la National Bank of Bahrain per contribuire ad aumentare la liquidirà nel mezzo delle crescenti preoccupazioni per un problema di flusso di cassa a breve termine.

Mentre quell'accordo l'ha aiutata a sopravvivere ai pericoli più immediati generati dalla pandemia, la McLaren ha ancora bisogno di trovare liquidità extra fino a quando i flussi di reddito derivanti dalle vendite delle sue vetture stradali e dalle F1 storiche non cominceranno a tornare in linea con prima della Pandemia.

Con la situazione finanziari che difficilmente si potrà risolvere rapidamente, tuttavia, la McLaren sta valutando una serie di opzioni per rendere le cose più sicure almeno nel breve termine.

Mike Flewitt, amministratore delegato della McLaren Automotive, ha dichiarato al Financial Times: "Dobbiamo ristrutturare l'intero business. Siamo entrati in quest'anno dopo due anni di grande successo con il ramo automotive, ma il nostro business totale non aveva la liquidità per sopravvivere a questo tipo di crisi".

Nulla è stato escluso, e gli investimenti potrebbero provenire da fondi, individui, famiglie, fondi sovrani o da uno SPAC con sede negli Stati Uniti.

Flewitt ha aggiunto: "Cercheremo investitori che abbiano una visione comune alla nostra base azionaria, sia in termini di struttura, sia di piani a medio termine".

La McLaren è in procinto di vendere e poi riaffittare la sua fabbrica di Woking, nel tentativo di raccogliere fondi extra che possano aiutarla a pagare il suo debito.

Altri soldi potrebbero arrivare anche attraverso la vendita parziale della sua squadra di F1, che ha vissuto una stagione di successo e che sta lottando con la Racing Point per il terzo posto nel campionato costruttori.

Attualmente, circa il 56% della McLaren Group è di proprietà della Mumtalakat Holding Company del Bahrain, il 14% è di Mansour Ojjeh ed il 10% di Michael Latifi, con il restante 20% che invece è suddiviso tra gli azionisti di maggioranza.

condividi
commenti
Video Mazepin: F1 e FIA supportano la reazione della Haas
Articolo precedente

Video Mazepin: F1 e FIA supportano la reazione della Haas

Articolo successivo

Podcast Piola: Oltre la tecnica - GP Abu Dhabi

Podcast Piola: Oltre la tecnica - GP Abu Dhabi
Carica i commenti